Acrobati di Daniele Silvestri
Acrobati di Daniele Silvestri
Loading...

Daniele Silvestri A dispetto dei pronostici Testo

A dispetto dei pronostici testo estratto dall’album Acrobati di Daniele Silvestri

Generale
sono vivo
a dispetto dei pronostici
ritorno ma non rido
e lei sa già perché
ciò che ho visto
glielo giuro
non è quello che sognavo da bambino
e mi chiedo
che cosa so di me
so che ho scelto di servire
il mio paese, il mio paese
ma mi riempiono di offese
accusandomi di che
che è già dura da morire
arrivare a fine mese
io mi merito le scuse
ma mi chiamano lacchè
è brutale, le assicuro
percepire nello sguardo di un ragazzo
l’odio puro
per di più diretto a me
che nient’altro gli vedevo,
solo gli occhi
e poi ci cadde addosso un muro
almeno credo
poi fu buio attorno a me
ma lo sa che in ospedale
si sta bene si sta bene
che ti alleviano le pene
e poi dormire come vuoi
ma mettendomi a sedere
massaggiandomi i ginocchi
vidi accanto a me
quegli occhi
pensi il caso, proprio i suoi
quel ragazzo col cappuccio
che mi odiava e adesso è in cura
e ora senza bardatura
vedo meglio la figura
ti conosco dissi, certo
tu sei il figlio di Giovanni
quello che stirava i panni
per la mia gendarmeria
madonna mia ma che è successo
che facevi con quei pazzi
a sfasciare dei palazzi
perché è una famiglia onesta
generale la risposta
non starò qui a riferirla
che non basta per capirla
perché lui capito me
che a lei neanche potrei dirla
ma a dispetto dei pronostici
c’è un piano di battaglia
che a lei non piacerà

Daniele Silvestri A dispetto dei pronostici Testo

Lascia un commento

Loading...