Justin, il nuovo album di Jesto
Justin, il nuovo album di Jesto
Loading...

Jesto Karma istantaneo Testo

Karma istantaneo è il testo di Jesto estratto dal suo nuovo album “Justin

Il karma mi insegue mi dice “abbiamo un conto in sospeso”

Non sopporto nessun mio coetaneo
Anche a casa mi sento un estraneo
Stare solo mi viene spontaneo
Il male torna: karma istantaneo

Il karma mi insegue, mi dice: “Abbiamo un conto in sospeso”
Ma a me non mi prende, io fotto tutti, mondo compreso
No non mi prende tipo non ho mai il telefono acceso
Ma il karma non si arrende fino a che non mi avrà preso

Nessuno mi è stato vicino: un padre, uno zio, un cugino
Poi che pretendi? Mi faccio i film e sono orrendi: Silvio Muccino
Sogno Cristina Buccino, mangio la merda prima la cucino
Mangio i miei testi così mi allucino, vomito al test del palloncino
Sempre ubriaco tipo mio cugino, l’ansia mi sveglia col cappuccino
Cannone in bocca e mi rilasso o cannone in bocca e mi fucilo
Il karma mi insegue suonando un requiem
Mi aspetta al varco, io fatto al parco in balìa della droga
Che mi fa da bàlia, prima o poi la pago tipo Equitalia
Ho intenzione di sconvolgermi, accensione di fumogeni
Colazione funghi allucinogeni, i miei testi un po’ misogini
Ogni barra ‘mo puoi accorgerti, raggi gamma flow mutageni
Sempre arrivati gli scarti, l’estate a casa mentre te parti
Mia madre mi dice: “Fai come gli altri: spegni il computer, esci a drogarti!”

Non sopporto nessun mio coetaneo
Anche a casa mi sento un estraneo
Stare solo mi viene spontaneo
Il male torna: karma istantaneo

Il karma mi insegue, mi dice: “Abbiamo un conto in sospeso”
Ma a me non mi prende, io fotto tutti, mondo compreso
No non mi prende tipo non ho mai il telefono acceso
Ma il karma non si arrende fino a che non mi avrà preso

Jesto Karma istantaneo Testo

Loading...