"Spam", il nuovo album di Parix
Loading...

Parix Wolfgang Testo

Il testo di “Wolfgang” è estratto dal nuovo album di ParixSpam

Odio i miei amici quando li sento dire che stanno bene
perché so che non è vero
odio i miei amici perché li sento dire che stanno bene
e so bene che non è vero

di noi è pieno, siamo tarli nell’impero
fatti con gli stampi come tanti mattoncini Lego
vi amo e vi rinnego
brucio carta a velo, butto soldi a spreco
colpi in canna zero, rivoluzionario nel pensiero
io non so cosa mi passa per la testa
vorrei scomparire, vorrei fare il bagno col phon
aspetto un po’ che mi passi il mal di testa
so che dovrei dormire ma poi
faccio un bagno ed un bong
e vedo mille bolle blu, in mezzo ci sei tu
ed è un dejavù bellissimo
so che non è realtà
e mi stringono i pensieri folli
ti odio e ti desidero
proprio come si fa coi soldi
mani strette forti sopra i sogni
e tu non crolli mai
questione di lifestyle
chi sei? cos’hai?
sei solo un mostro con in mano il mic
fai quanti likes?
frustrati persi, teste chine sopra dei quaderni
per sopravvivere a ‘sti lunghi inverni

e certe storie ti spaccano la testa
duemila pezzi sparsi e non li trovi più
quando di tutto non sai cosa ti resta
continui a lamentarti che non sei più tu
sai certe storie ti abbassano la cresta
e stai attento che poi non ti cresce più
quando ti accorgi che tutto è andato in merda
ma tu nella tua testa ancora dici
no, non è vero
dici no, non è vero

“torna a casa dietro al tuo scudo
oppure tornaci disteso sopra”
sono sicuro che per farmi il culo
ti sei fatto sei km di coda
frate’ riprova e poi fai manovra
la mia mente grida aiuto, 911
uno su nove ti resta vicino
anche se per qualcuno rimarrai per sempre nessuno
a ‘sta gente gli sputo, Pooh
come il gruppo
dopo dieci anni mi vieni a cercare perché
vuoi sapere di me?
ciao, trovi tutto su Google
guardo in faccia il futuro
guardo in faccia nessuno
qualsiasi cosa faccia mi sento faccia da culo
tengo il profilo basso, bro’
abbassa un filo, zittisco il chiasso
mi infilo il casco perché ho capito che..

certe storie ti spaccano la testa
duemila pezzi sparsi e non li trovi più
quando di tutto non sai cosa ti resta
continui a lamentarti che non sei più tu
sai certe storie ti abbassano la cresta
e stai attento che poi non ti cresce più
quando ti accorgi che tutto è andato in merda
ma tu nella tua testa ancora dici
no, non è vero
dici no, non è vero

Parix Wolfgang Testo

Loading...

Lascia un commento