DJ KRASH - REVOX
Loading...

Oggi facciamo quattro chiacchiere con Dj Krash, giovane beatmaker Milanese, uscito da pochissimo con il suo primo lavoro intitolato “REVOX”. Un disco di 12 brani, tutti prodotti da lui e pubblicato in vinile in edizione limitata; 300 copie distribuite da Kappa Distribution.

Raccontaci qualcosa di te: chi è Dj Krash e da dove viene (musicalmente parlando)..

Ciao a tutti!
Piacere di conoscervi e grazie per lo spazio concesso.

Dj Krash viene da una realtà Rhodense; il mio primo incontro avvenne a fine  2000 quando scoprì grazie a mio fratello maggiore e il suo migliore amico il mondo dell’Hip-Hop.

Ebbi il piacere di venire a contatto con tutte e quattro le discipline, sperimentando ognuna di esse, fino a stabilizzarmi definitivamente grazie alla pazienza, passione e determinazione di Dj Skizo nel mondo del Disck Jockey/Producer.

Dj Krush
Dj Krash – Foto Lara Bordoni

Ho aperto il primo studio di registrazione nel 2008 di cui il nome e tutt’ora attivo: Hangar Studio.

Sperimentando molto sulla qualità del suono, mi sono appassionato al Circolo dell’analogico in cui ho conosciuto Alessandro Degiorgio, uno strippato come me,  che si è occupato diligentemente  al master del disco.

Dopo aver superato svariate delusioni personali, ho rincontrato una mia vecchia fiamma che mi ha dato la forza e la volontà di realizzare il mio primo e vero lavoro da Producer: “REVOX”.

 

Revox - CoverHo sentito “REVOX” e devo dire che è un LP prodotto alla “vecchia maniera”, un po’ come piace a noi. Produci in analogico e si sente.. Qual’è il processo di ricerca dei samples? Cosa deve colpirti per inserirlo nei tuoi beats?

Essendo un collezionista di vinili, girovago tra mercatini dell’usato, negozi, fiere e bancarelle; acquisto sempre dischi ampliando la mia conoscenza musicale, ascolto finché non mi si crea un ambient mentale dove riesco a tirare fuori il sample adatto alla mia situazione.

Come hai scelto le collaborazioni per “REVOX” e chi sono i rapper presenti nel disco?

Le collaborazioni di “REVOX” sono nate spontaneamente in un periodo in cui ho frequentato gli  artisti inseriti nell’album, creandosi prima un rapporto di amicizia, poiché  la reputo molto importante. Prima di tutto la persona poi l’artista, così sai con chi lavori.
Mr.Fuji, Kabo, Text, Mastino, Naghe, Mendosa, Mental Dizzle, Porno, Most-D, OllyNada, SenzR, Tempo, S.Liboni,StomaEmsi, Croma Kai, Il Contagio, Alz.
Loro sono gli Mc’s che hanno dato il  contributo per realizzare “REVOX”.
Per quanto riguarda tutta la parte grafica è stata realizzata e seguita pazientemente da Luca Santini, mentre le foto sono state scattate da Andrea Caracciolo.

Cosa significa essere un giovane beatmaker underground nella scena Hip-Hop odierna, sempre più contaminata da produttori stranieri e suoni che – in un certo senso – si discostano da quello che è un po’ il tuo modo di produrre?

Io credo che nelle produzioni ognuno debba seguire sempre il proprio stile e le proprie idee – nell’approcciarsi a questo mondo. L’evoluzione della produzione con il passare del tempo ci deve essere, come è giusto che sia, però senza cambiare completamente “faccia” all’Hip-Hop, se no diventa un altro genere musicale. Cerco sempre di far ricordare le Origini di questa cultura, che spesso e volentieri  vengono dimenticate, come il  campionare dischi in vinile, comprati e sudati.
Essere un produttore in questi anni è molto dura, siamo circondati da improvvisati, però l’originale lo si riconosce sempre e ovunque.

Molti giovani produttori italiani come te, decidono di “investire” con i propri beats oltre oceano, facendo rappare artisti americani o comunque stranieri. Dimmi come la pensi a riguardo.

Ovviamente è il sogno di tutti produrre Mc americani o fare collaborazioni in qualsiasi altro stato del mondo, però sicuramente andrei a conoscere la persona prima di produrre l’artista. La vita è imprevedibile, se dovesse capitare l’occasione sicuramente manderei il mio beat oltre oceano, però prenderei il primo volo per andare a stringere la mano all’emcee.

Progetti futuri per Dj Krash e Hangar Studio. Cosa bolle in pentola e con quale artista ti piacerebbe collaborare in futuro.

Sono già sotto con altri tre Ep e un Lp che a breve ascolterete.

Uscirà “FelicementeIncazzato” di StomaEmsi, dove mi sono dedicato al mixaggio del disco, e nel frattempo tante collaborazioni in altri lavori, per nominarne uno: “DiscOrario” di Centauro e OmegaStorie.

I miei sogni nel cassetto sono parecchi e fortunatamente sono già riuscito a realizzarne alcuni.

Dedico completamente la mia vita alla musica non c’è mai pausa, quindi di conseguenza  vorrei che diventasse il mio lavoro a tempo pieno. Collaborazioni in futuro? Lascio che le mie capacità mi portino a fare del mio meglio: le collaborazioni vengono da sé.

Dicci perché bisognerebbe comprare ed ascoltare il tuo disco, cerca di convincere chi ci legge!

Il mio disco è interamente autoprodotto dall’inizio alla fine. Se vuoi che ci sia un futuro nella musica di nuovi artisti acquistalo, altrimenti ti riterrai soddisfatto ad ascoltare sempre i soliti.

“REVOX” puoi trovarlo ai live che mi accompagneranno in questo 2016 o contattando la Kappa Distribution.

Bella li a tutti, Dj Krash

Intanto vi lasciamo con il primo video, estratto dal progetto di Krash “Music for My Soul”, con il featuring di Mr. Fuji, video girato da Gianluca Colombo. Buona visione!

 

Loading...

Lascia un commento

Condividi
Luca
Classe '82, seguo tutto ciò che riguarda l'Hip-Hop da quasi 20 anni, ma non preoccupatevi: ho iniziato a capirci davvero qualcosa da pochissimo tempo. Per vivere provo ad occuparmi di architettura e design e soprattutto faccio il marito ed il papà. Mentre cerco di collezionare più dischi possibili, vi racconto quello che mi passa per la mente sulle pagine del nuovo hano.it