Concerto di chiusura del Kepler tour di Gemitaiz e MadMan
Loading...

Siamo stati al concerto di chiusura del Kepler tour di Gemitaiz e MadMan. In realtà suonano anche oggi a Modena, ma la tappa di Milano era un po’ vista come il punto esclamativo di un’avventura durata oltre un anno. Un anno di lavoro, di live, di km e soprattutto un anno di successi. Rappresentati tutti benissimo ieri sul palco del Carroponte.

madman-gemitaiz-1

Live tiratissimo spezzato in due dal cambio stage. Come annunciato sul palco la grossa novità è stata l’inserimeto di una band di 3 elementi da metà concerto in poi che ha dato nuova linfa a uno show ormai collaudatissimo.
I rapper saliti sul palco caricati a mille e supportati da un pubblico davvero infoiato hanno proposto una scaletta piena di hit tratte dal disco d’oro Kepler mischiate a pezzi di lavori precedenti. Da Haterproof, a Pistorius, alla sempre cantatissima On the Corner.

Con l’uscita del disco solista di MadMan ormai prossima la grande domanda era se il rapper di origine pugliese avrebbe fatto live alcuni estatti di Doppelganger e così è stato. In un frastuono assordante MadMan ha proposto la titletrack e Ramadam (con un Fabri Fibra a sorpresa sul palco come sempre acclamatissimo e in splendida forma), le due tracce già note a chi ha preordinato il disco e, a grande sorpresa, in prima assoluta Top Player con la partecipazione di Jake la Furia.

madman-gemitaiz-2

Tra le note della serata l’annuncio che anche Gemitaiz sta lavorando al suo prossimo disco da solista (ma la cosa non stupisce, questo ragazzo non si ferma da anni), un Gue’ Pequeno che sottolinea il lavoro di Tanta Roba nel supporto di questa nuova, e orami affermata, generazione di rapper e un pubblico davvero impressionante per come segue, incita, grida e canta tutte, ma proprio tutte, le rime del magico duo.

In conclusione gran bel live, bella atmosfera, molte sorprese e tanto hype per le prossime uscite.

Loading...