"Solo bombe" è una vera bomba. La Recensione dell'album di A&R
Loading...

“Solo bombe” è una vera bomba. La Recensione dell’album di A&R

Dopo il singolo “Lato B” di Jack The Smoker e dopo il video di “Alla fine della notte” di Marcio e Killacat, che ne hanno anticipato l’uscita, il 20 Gennaio è stata l’ora di “Solo Bombe“, il nuovo album di A&R, beatmaker/dj/producer della Mondo Records.

Questo 24enne italo-americano, si conferma nonostante la giovane età un artista preparato ed innovativo, l’album sin dal primo ascolto è molto piacevole, composto da 12 tracce, tutte ben riuscite. 12 come le tracce presenti, sono i rapper che hanno preso parte al progetto: Mondo Marcio, Lapo Raggiro, Jack The Smoker, Killacat, Crazy, E-Green, Fratelli Quintale, Vacca, Jamil, Bassi Maestro, Ras Kass e Azuma Mazi.

Big ed emergenti tutti con un comune denominatore oltre alla competenza, l’aver già lavorato con A&R. Un punto questo che regala una forte alchimia tra il produttore ed i suoi “ospiti”, donando una naturalezza creativa sicuramente artefice della scorrevolezza dell’album che difficilmente si ritrova in una compilation.

A&R Solo Bombe

Le forti influenze musicali south americane molto famigliari ad A&R (sua madre è originaria della Virginia) convogliano in una perfetta armonia con le sonorità elettroniche presenti nelle sue basi, che pur mantenendo un groove di fine anni 90, con delle batterie magnetiche, risultano attualissime e non forzate.

Queste sonorità “secche” vecchia scuola fuse con i suoni digitali sono il punto forte del progetto, proprio esse gli conferiscono infatti la facilità estrema di ascolto che lo rendono un disco interessante ed attuale, in grado di accontentare i gusti di tutti gli amanti del nostro genere. C’è un bel ritorno alle origini, in ogni traccia emergono e si evincono le personalità artistiche di ogni rapper che A&R riesce a rendere identificative e distinte, ottenendo un risultato lodevole.

Come anticipavo molti sono i rapper che hanno partecipato a “Solo bombe” con ottimi risultati , Jack The Smoker propone su una base morbida un testo molto bello nella sua “Lato B”. Mondo Marcio, Vacca, e Killacat da bravi professionisti eseguono con estrema semplicità i loro pezzi, creando collaborazioni interessanti, come quella tra Marcio e l’emergente Lapo Raggiro. Compagno di scuderia in Mondo Records, Lapo si fa notare anche nel suo pezzo solista “Versami da bere” sfoggiando un flow molto interessante sopra una base evocativa davvero ben eseguita. Anche gli altri emergenti fanno una buona figura, si distinguono sia i Fratelli Quintale che Crazy affermando così la loro progressiva (e meritata) ascesa nella scena attuale.

Egreen e Bassi Maestro innalzano ulteriormente il livello del disco, firmando due hit esaltate dagli splendidi tappeti sonori. Egreen conferma la sua completezza aprendo il suo pezzo in inglese, mantenendo un bel flow e la sua consueta credibilità, per poi sfociare nella nostra lingua madre, dove regala una strofa eccellente da “1000 barre” come si dice in gergo.

La penultima traccia dell’album, titolata “Minimo mille” ha un beat strepitoso che accompagna un altrettanto strepitoso Bassi, che firma un testo dritto e senza ritornello, 1 minuto e 52 secondi ipnotici (complici le sonorità utilizzate da A&R) in cui proprio Busdeez, nel 2011, per primo credette nel giovane inserendo una sua produzione in “Tutti a casa“.

Chiude egregiamente l’album la bonus track “Get it done” del rapper californiano Rass Kas featuring Azuma Mazi. E’ il caso di dire che “Solo bombe” è una bomba, complice l’ottimo prezzo di vendita lo reputo un album da avere, ha le carte in regola per diventare un “piccolo cult” di cui difficilmente ci si potrà stancare. Ed A&R ha tutte la carte in regola per affermarsi in modo massiccio nel panorama nazionale e non. Chapeau.

Valentina Varisco (twitter @Valeficent)

Loading...

Lascia un commento

Lascia un commento