Iuter
Loading...

Iuter è un brand made in Italy di streetwear dall’anima hardcore e dal dna creativo; nasce nel 2000, un po’ per gioco dalla mente di un gruppo di amici appassionati di street culture e negli anni si afferma come un vero e proprio brand di moda urban, in continua evoluzione e con proposte sempre nuove e particolari.

All’inizio erano solo un gruppo di amici con le magliette uguali, tutti provenienti da background legati alla street culture, rap e snowboard.

Erano gli anni d’oro dello snowboard e nella scena hip hop stavano nascendo quelli che oggi sono i rapper famosi e le personalità di spicco del settore.

Iuter vanta nel corso degli anni diverse collaborazioni con importanti brand internazionali legati al mondo dello streetwear, snowboard e hip hop tra cui Sennheiser, Northwave Snow e aNYthing.

Iuter

È sicuramente uno dei brand più apprezzati anche dai rapper italiani. Forse perché un po’ le loro origini sono simili. Se all’inizio Iuter era solo un gruppo di amici con le magliette uguali, anche molti degli esponenti della scena rap italiana, all’inizio erano solo ragazzi con la passione per la musica hip hop e per le rime.

RKOMI, Guè Pequeno, Marracash, Sfera Ebbasta, Ghali, IziDJ Shablo, Maruego, Rocco Hunt, Clementino sono alcuni dei rapper italiani che vestono Iuter. Ma spiccano anche importanti nomi internazionali, tra cui Ben Harper, Major Laizer, Robin Shulz e 21Pilots.

Per la collezione S/S 2017, Iuter si ispira alla giungla. “È come una giungla, a volte” è il motto di questa new collection, la giungla come posto in cui prevalere, con lo scopo di sopravvivere per poi riuscire ad uscirne. Concetto che richiama alla mente una frase di Guè Pequenonella vita devi essere squalo“.
Sì perché la vita è come una giungla e per riuscire ad uscirne devi essere squalo.

La SS17 di IUTER è contraddistinta da un utilizzo molto importante di ricami che arricchiscono giacche, felpe, shorts e pantaloni. I tessuti militari, da sempre utilizzati dal brand, rimandano alle souvenir jackets dei soldati americani in Vietnam.

Gli “urban soldier” che devono lottare e sopravvivere nella giungla metropolitana.

Il range di grafiche è compatto e in linea con il concetto della collezione, troviamo riferimenti agli animali sovrani – predatori come la pantera altro simbolo del brand  – e a quelli che hanno saputo adattarsi all’ambiente circostante riuscendo così a scampare al tragico destino di chi non è in grado di sovrastare la catena alimentare regnante nella giungla.

Ogni giorno in Africa il leone si sveglia e sa che dovrà correre più di una gazzella. Ogni giorno in Africa la gazzella si sveglia e sa che dovrà correre più del leone. Non importa che tu sia leone o gazzella: l’importante è cominciare a correre” recita il famoso proverbio, l’importante è farlo con l’abbigliamento giusto, firmato IUTER ovviamente.

Loading...
Condividi
Valeria Balestrieri
Classe '81, ascolto il rap da quando nell'89 ho abbandonato Cristina D'Avena per la prima cassetta di Jovanotti "La mia moto" e da lì non ho più smesso. Lavoro nella moda da sempre ma non sono una fashion victim.