Loading...

Il “club” è da sempre protagonista nelle canzoni rap italiane, a loro modo un pò tutti i rapper amano descrivere le loro serate passate all’interno di questi “club” che poi non si sa bene cosa siano…
In particolare descrivono il momento del loro ingresso nel club, momento in cui succede sicuramente qualcosa…

Ma andiamo a vedere nel dettaglio le varie cose che succedono quando i rapper entrano nei club:

Cominciamo da Emis Killa che ha fatto della modestia uno dei suoi punti cardine e infatti ci tiene subito a sottolineare il suo successo con le signorine:

EMIS KILLA (Blocco Boyz)

Entro fresco nel club, Emis Killa è il re mister
dietro una fila di tipe, mi seguono come su twitter

E addirittura si figura come un moderno “John Wayne” che entra nel Saloon:

EMIS KILLA (Giusto un giro)

Quando entro nel club il tempo Si ferma (voom)
Sembra la scena del cowboy che entra nel saloon
Lui smette di fare su, lei smette di bere rhum
E si alza dal posto come quando arriva il bus
Passiamo a Guè Pequeno che come al solito non ama essere al centro dell’attenzione e infatti:

GUEPEQUENO (Barbie vs Marley)

Quando entro nel tuo club
tutti gli occhi su di me come Tupac

Kiave perlomeno è onesto e ammette che quando entra nel club effettivamente non è che succeda poi chissà che…

KIAVE (L’infinito del mio nome)

Quando entro nel club non cambia un cazzo.
Saluto prima lei, poi il suo ragazzo.
Sullo sguardo di lei leggo dell’imbarazzo.
Sullo sguardo di lui leggo “questo lo ammazzo”

Jake La Furia ha sempre le idee chiare e appena dentro il club si dedica subito alla sua attività preferita:

JAKE LA FURIA (Zarro)

Quando entro nel locale, sboccio già dalle scale
saltano tutti in aria senza prendersi le cale

Poi fa notare una curiosa caratteristica delle ragazze presenti all’interno del locale… Cosa vorrà dire??

JAKE LA FURIA (Noi siamo il club)

Bella Guèpek, il club è pieno di ragazze d’oro
senza peli sulla lingua e se ce li hanno fra non sono i loro

Ma torniamo un attimo a Guè Pequeno perchè come potete ben immaginare il club è un elemento piuttosto ricorrente nei suoi testi, infatti capita che racconti dei consigli sulle scelte musicali del Dj:

GUEPEQUENO (Si sboccia)

Appena entrato stappo, salgo in console e dico “DJ, rimettilo da capo”,
ubriachi già da subito, ce ne andiamo solo alla chiusura “DJ suonaci l’ultimo”

oppure di come tutti lo riconoscano subito:

GUE’ PEQUENO (Don’t test)

quando entro tutti dicono è lui (Louis) come Vuitton!

o ancora del suo ingresso quando è accompagnato:

GUEPEQUENO (La mia ragazza è gangsta)

Me la suchi quando entro nel locale assieme a lei,
Così bella o troppo bella tipo ucciderei per lei.

Anche Fred De Palma non è da meno e indovinate cosa fa quando entra nei club? Bravi indovinato…

FRED DE PALMA (VodkaLemonHaze)

Vodka Lemon Haze frà!
Quando entro nei club
Bevo fino a non vedere
Bevo solo Grey, Grey Charles!

Nel pezzo “BCUC” (Ballo come un coglione) anche Shade e Blue Virus vogliono dire la loro sull’ingresso nel famigerato “club”.
Mentre Blue Virus pensa a risparmiare, che non si sa mai…

BLUE VIRUS

Quando entro nel locale sono il primo della coda
non tolgo la giacca per non pagare il guardaroba

Shade approfitta di un errore di distrazione per guadagnare qualche extra con un pò di fortuna:

SHADE

Entro nel club con un tubo di Pringles
sbaglio locale ed entro al bingo
pieno di vecchiette che mi chiedono “Sei single?”
Sono cosi morte che mi danno i numeri li gioco e vinco

Anche il buon Supa una volta era frequentatore dei club, mentre attualmente i suoi sabati sera finiscono all’incirca verso le 22.15 quando si addormenta sul divano guardando “C’è posta per te”.
Ma in passato il suo ingresso nei club non passava inosservato:

SUPA (Cosa succede?)

entriamo nei club siamo star senza liste
abbiamo le edizioni speciali come riviste

Fabri Fibra come al solito ha le idee confuse e quando entra nei club non si ricorda neanche come si chiama… per fortuna c’è la gente che se lo ricorda:

FABRI FIBRA (Cuore di latta)

quando entro nei club scatta l’inventiva
qui la gente mi conosce come Fabri Fibra

Poteva mancare Mondo Marcio? Si poteva mancare, ma invece c’è… e anche lui (guarda un pò) entra nei club e cosa succede? Una strana reazione…

MONDO MARCIO (Bang!)

Se entro nel club, mani in alto
Ti becco nel club, mani in alto
In centro o in città, mani in alto
Se incontri un frà, mani in alto

Ma torniamo un attimo a Jake La Furia, stavolta in compagnia di Vacca in un pezzo recente “Trendsetter”. Infatti i due sembrano ricordare con un pò di nostalgia i tempi passati. Per la precisione Vacca (tanto per cambiare) si dava da fare col bere:

VACCA

quando andavo al club, sganciavo un millino e asciugavo il bar

mentre Jake beve da un secolo, e si vede anche direi… infatti il tono è un pò confuso:

JAKE LA FURIA

Entro al club e le teste mi seguono
Punto al Dompe, bevo da un secolo
Frate fammi una boccia di fegato
E se tornassi al club a farmi come un tempo
Secondo me sarebbe meglio che stai molto attento

Ma ecco il colpo di scena: mentre tutti entrano nel club con le conseguenze più disparate, c’è uno solo che ne vuole uscire: Marracash!

MARRACASH (Di nascosto)

Fuggiamo via di qua, fuggiamo via dal club
[…] fuggiamo da sto posto, come il pezzo di figa con il pezzo grosso

Loading...
Condividi
Andrea Bastia
Appassionato di hip hop e in particolare di graffiti, disciplina nella quale si è anche cimentato (ma con scarsi risultati). Attualmente gestisce la rubrica Hip Hop Bullshit su Hano e il sito Hiphopmadeinita.it