DJ JAD beat in my soul
Loading...

Vito Perrini, meglio noto al pubblico come Dj Jad, torna con un album strumentale di ben 24 tracce, dopo le esperienze musicali in coppia con Ciccio Pasticcio (con lo pseudonimo di USB – Udite Suoni Buoni), alcuni mixtape, e l’ancora più datato album “Il Sarto”, in collaborazione con alcuni dei migliori rapper italiani, uscito nell’ormai lontano 2010.

L’album, dal titolo “Beat in My Soul” è pubblicato dalla sua stessa etichetta “La Sartoria Records” e distribuito in esclusiva da Kappa Distribution, in CD e doppio vinile.
Lo stesso Jad spiega così il concept dell’album “Beat in My Soul” sulla sua pagina FB:

“il Sarto è colui che confeziona su misura abiti, donando sfumature e colori.
Allo stesso modo io taglio e cucio frammenti musicali, avvalendomi di sintetizzatori e strumenti vari creando il mio sound. Il ritmo della mia anima (soul) si rivela attraverso tutto il mio amore per la mia famiglia, per mia moglie, per mia figlia e per il mio pubblico che da sempre mi sostiene e mi da l’energia per andare avanti e per chiunque potrà apprezzare la mia anima artistica. Ho sempre cercato di non ripetermi in quello che faccio e di stupirmi ogni qualvolta creo qualcosa di nuovo”

Jason e io (Spessore) abbiamo ascoltato insieme questo lavoro e vi scriviamo di seguito quanto e perché ci è piaciuto.

Già dal primo pezzo “Dj Producer” Jad tiene fede al titolo dato all’album: beat smooth e tanto, tanto soul. Chiaramente recensire un album di strumentali è un po’ più complicato del solito, più che altro per non finire a parlare di tecnicismi sui sample e sulla produzione, cerchiamo quindi di essere “leggeri”.

La prima riflessione fatta è che Jad (l’artista) è molto più interessante da quando non porta più il fardello di dover andare in classifica e (opinione personale di Spessore) non avendo più la “supervisione” di Franco Godi è più libero di sperimentare e azzardare.
Durante l’ascolto ti dimentichi che è un artista italiano, a volte sembra di ascoltare un disco della Ninja Tunes dei bei tempi, a volte una strumentale HIp-Hop d’oltreoceano, in un paio di pezzi lo ammettiamo ci siamo guardati e detto “ma cos’è il nuovo di Dj Vadim?” (in senso affettuoso Jad, giuro!!!) poi arriva Avatar nella title track (unico pezzo rappato su 24) e ti riporta con i piedi (e con la testa soprattutto) sulla nostra penisola italica.
I campioni usati da Jad sono principalmente soul, funk ma troviamo anche qualcosa di più “elettronico” e/o elettrico. Molti sample vocali presi qua e la, anche da produzioni Hip-Hop.

Pezzo preferito da Spessore: “Fluid”, soprattutto quando ad un certo punto, a sorpresa e per poche battute diventa un pezzo electroboogie.

Pezzo preferito da Jason: “Old School Connection”, un brano dall’anima talmente soul/jazz che sembra estratto da uno dei dischi strumentali di Pete Rock.

In conclusione “Beat in my Soul” è un disco che – se siete beatmaker – non può assolutamente mancare nella vostra collezione, anche in considerazione del fatto che in Italia escono pochissime cose del genere. Se invece siete amanti dell’Hip-Hop più tradizionale fatto principalmente con Giradischi, Akai e microfono dovete ascoltarlo e non ne rimarrete delusi.

Vi lasciamo con il video tratto dal pezzo che da il titolo all’album “Beat In My Soul” e con la tracklist.
Buona visione e buona lettura!

Dj Jad – “Beat in My Soul” – tracklist:

01. DJ Producer
02. Change the World
03. Fluid
04. Infinity
05. Mood
06. Beat in My Soul – feat. Avatar
07. Feeling
08. Lesson
09. To The Beat On
10. Beautiful Sea
11. Make Up
12. Fifthy
13. Breath
14. Meditation
15. In My Street
16. You Tell Me
17. Manhattan
18. I Can’t Stop
19. Old School Connections
20. Cherry
21. Put Your Hands Up
22. Recipes
23. Emotions
24. Jesus King of King

Loading...
Condividi
Fabrizio DjSpessore Angelelli
djspessore, al secolo Fabrizio Angelelli, classe vecchia molto vecchia! Milanese di adozione si avvicina all'Hip-Hop nei primi anni '90 quando un compagno di Judo gli fa conoscere Run DMC, Public Enemy e LL Cool J (I'm that type of guy!). Pochi anni dopo si appassiona al DJing e alle produzioni, rompe diversi salvadanai e compra giradischi, mixer e campionatore. Colleziona vinili da più di 20 anni. Ha collaborato con diversi rapper della scena come dj e produttore (ma non gli piace fare nomi, non è questa la sede adatta). Entra nel team di hano.it nel 2015 e si occupa di recensioni e di marketing.