Loading...
Marvel Secret Wars: Civil War e Planet Hulk (Recensione)

Finalmente anche in Italia è arrivata la maxi saga Secret Wars. Ma mentre la miniserie principale è già arrivata al terzo numero, possiamo finalmente iniziare ad esplorare i domini e i nuovi territori di Battleworld, l’unico pianeta, tutto ciò che rimane del multiverso Marvel, il frutto della fine di tutto.

Il multiverso è stato distrutto! Gli eroi di Terra-616 e Terra-1610 non sono riusciti a salvarlo. Ora resta solo… BATTLEWORLD! Un enorme mosaico composto da frammenti di mondi che non esistono più, tenuti insieme dalla ferrea volontà del suo dio e padrone, Victor Von Doom! Ciascuna regione è governata da un barone che fa le veci di Destino, ogni regione è un immenso What if…? e un omaggio ad alcune delle serie di maggior successo del passato Marvel.

Civil War e Planet Hulk

Le testate classiche si fermeranno e ci racconteranno ognuna uno stralcio di Battleworld. Una delle più attese era sicuramente quella di Iron Man che per l’occasione ci presenterà un primo sguardo al regno della Zona di Guerra, una vasta regione in cui la Guerra Civile dei superumani (quella di Civil War) non si è mai conclusa e dove Iron Man e Capitan America governano ognuno su una parte degli Stati Uniti ormai divisi in due diversi stati. Scritta da Charles Soule e disegnata dal sempre ottimo Leinil Francis Yu, Civil War ci trascina in un mondo in cui le due personalità più forti dell’universo Marvel non hanno mai smesso di lottare per i propri ideali, una Guerra Civile che non si conclude con la morte di Cap e che porta a drastici cambiamenti al mondo Marvel per come siamo abituati a conoscerlo. In pratica il What if…? che abbiamo sempre sognato di leggere. Se avete amato la saga originale, violenterete le pagine di questo primo numero, garantito.

Civil War e Planet Hulk

Sempre sullo spillato di Iron Man, dopo Civil War, troviamo un altro spaccato del mondo di Battleworld, quello di Armor Wars. Una regione che ha la sua capitale in Tecnopoli, città in cui è impossibile vivere se non indossando un’armatura alla Iron Man, governata da Tony Stark e che si prepara ad un’inquietante guerra delle armature, tra Tony e suo fratello Arno Stark. Scritta da James Robinson e disegnata da Marcio Takara, La Guerra delle Armature pone il primo tassello in un epica lotta fantascientifica in un mondo fatto ad immagine e somiglianza di Tony Stark, Iron Man. La lettura del primo episodio vale la lettura anche solo per vedere in azione la versione di Tecnopoli di Spider-Man (Spyder-Man).

La secondo testata che andiamo ad analizzare è quella di Hulk, che con Secret Wars si trasforma in Planet Hulk.

La regione di Battleworld è quella delle selvagge Terre Verdi. Una zona in cui tutto e tutti sono stati contaminati dalle radiazioni gamma, quelle che hanno trasformato Bruce Banner in Hulk, per intenderci. Potete immaginare quanto sia poco gestibile una zona del genere. Protagonista della storia è un Capitan America in versione gladiatore, fighissimo, accompagnato da Devil, il suo fido tirannosauro rosso da guerra. Cap riceverà l’incarico di “ammazzabestie” dal Dio Destino e dovrà andare nelle Terre Verdi con l’obiettivo di uccidere il Re Rosso che domina senza permesso quella zona, avendo così la possibilità di liberare l’amico di sempre Bucky. La storia è scritta da Sam Humphries e disegnata da Marc Laming. C’è talmente tanta epicità in questa zona di Battleworld… Non vedo l’ora di leggere i prossimi capitoli.

Civil War e Planet Hulk

La seconda storia proposta sullo spillato di Hulk riguarda un altro distretto di Battleworld, quello di Dystopia all’interno della miniserie Futuro Imperfetto. Qui ritroveremo Il Maestro, la versione del futuro di Hulk, spietato dittatore che regna con il pugno di ferro. Contro di lui un gruppo organizzato di dissidenti, ovviamente mutanti. Il Maestro non starà certo a guardare e deciderà di scendere in campo in prima persona. Non potete immaginare chi ci sia a capo della resistenza… La serie è scritta da Peter David e disegnata da Greg Land.

Civil War e Planet Hulk

Restate connessi a Nerd Army per un primo sguardo alle altre serie legate all’evento Secret Wars

Loading...
Condividi
Daniel San
Lo voleva il Real Madrid, lo voleva Hollywood, lo volevano gli Avengers, amatissimo da tutti, di qualsiasi religione, sogno erotico femminile, il miglior amico che ogni uomo vorrebbe avere. Beato lui. Io invece sono Daniel, carpentiere di giorno e blogger nei pochi minuti che rimangono liberi. Appassionato di cinema, fumetti e cazzate. Un nerd d’altri tempi che ti racconta la nostalgia degli anni 80/90 come te la racconterebbe Mario Merola, e di come una volta se ti mettevi la maglietta di Superman e uscivi in strada eran coppini e zero figa per sempre, mentre oggi è la base per una rapida scalata verso il successo.