terrorismo
Loading...
Fumetti Marvel: Spider-Man 2099 affronta il tema del terrorismo

Personaggi di fantasia in un mondo in cui la gente vola e lancia carriarmati, certo, ma sempre più spesso i comics americani cercano di trattare tematiche attuali, seppur scomode a volte, per avvicinarsi sempre più alla realtà dei lettori che possono così immedesimarsi ancora di più nei loro eroi. Un esempio sarà il prossimo arco narrativo che verrà proposto da Peter David e Will Sliney sulle pagine di Spider-Man 2099, dove il protagonista Miguel O’Hara è costretto ad affrontare le tragiche conseguenze di un atto di terrorismo che colpisce le persone a lui più care.

Intervistato dai ragazzi di Comic Book Resources l’autore ha voluto annunciare così la nuova serie:

Purtroppo il terrorismo è diventato una parte della vita di tutti i giorni, e io cerco sempre di scrivere delle storie che abbiano almeno qualche riferimento con il mondo reale. Credo che aiuti a renderle più reali agli occhi dei lettori. Subire l’esistenza del terrorismo è qualcosa con cui ogni lettore, oggi, credo possa correlarsi. Ho pensato che la serie ne avrebbe guadagnato in verosimiglianza introducendo nella vita di Miguel un’organizzazione terroristica. O quantomeno, ho pensato che sarebbe stato interessante vederlo subire le ripercussioni di un attacco che non era indirizzato specificamente a lui. La donna che amava, Tempest, è annoverata tra le vittime dell’attacco, questo mette Miguel O’Hara in uno stato mentale critico. Lo stesso Peter Parker è molto preoccupato per lui, ma crede che Miguel sarà in grado di far fronte alla situazione. Al momento è determinato a dare la caccia all’organizzazione terroristica che ritiene responsabile della morte di Tempest, ma purtroppo per lui, accadranno altre cose che lo distrarranno per un po’. Tra queste, il ritorno in scena di Roberta Mendez, il Capitan America del 2099. Su di lei daremo molte risposte nei numeri #4 e #5 e posso garantirvi che non saranno quelle che vi aspettate. 

terrorismo

terrorismo

2

 

Loading...
Condividi
Daniel San
Lo voleva il Real Madrid, lo voleva Hollywood, lo volevano gli Avengers, amatissimo da tutti, di qualsiasi religione, sogno erotico femminile, il miglior amico che ogni uomo vorrebbe avere. Beato lui. Io invece sono Daniel, carpentiere di giorno e blogger nei pochi minuti che rimangono liberi. Appassionato di cinema, fumetti e cazzate. Un nerd d’altri tempi che ti racconta la nostalgia degli anni 80/90 come te la racconterebbe Mario Merola, e di come una volta se ti mettevi la maglietta di Superman e uscivi in strada eran coppini e zero figa per sempre, mentre oggi è la base per una rapida scalata verso il successo.