Call of Salveenee, il videogioco che prende in giro Lega e Marò

Call of Salveenee, il videogioco che prende in giro Lega e Marò

Dopo il successone Marò Slug è arrivato il momento di Call Of Salveenee.

In fase beta, troviamo un fantastico videogioco che raccoglie tutti i tormentoni politici del momento: ruspe, Rom e i marò. Con un “eroe” d’eccezione: Matteo Salvini.

“Call of Salveenee” è un videogame prodotto da Marco Alfieri, studente d’informatica 23enne dell’Università di Pisa. Il gioco prende ironicamente in giro la “battaglia politica” di Salvini il quale dovrà liberare i due Marò lanciando ruspe addosso ai Rom e facendosi strada tra soggiorni in prigione e volantini leghisti che emanano fiamme.

Anche i due marò non sono risparmiati nella presa in giro, essendogli stati affibbiati i nomi di BigRound (Girone) e The Tower (LaTorre).

Il gioco è ancora in fase di beta ma nonostante le minacce di querela per danno d’immagine da 500.000€ paventate da Gianluca Buonanno, pare verrà terminato. 

Vi terremo aggiornati

Il creatore del videogioco Marco Alfieri, 23enne di Pisa tuona:
“Non sono del Pd. Sono solo nerd. Di populismo si può morire”.

 

Condividi
Vitto
Vittorio Bianco classe 1987, piemontese di nascita e milanese d'adozione, si appassiona al rap americano nei primi anni del 2000 e fonda un blog satirico sulla musica hiphop italiana, ormai chiuso, insieme ad un suo amico d'infanzia. Nel 2010, dopo aver conosciuto i fondatori di Hano.it inizia a collaborare col portale in qualità di recensore. Per Hano ha svolto compiti di reporter ai live, pubbliche relazioni, stesura articoli e così via, fino ad arrivare grazie ai suoi studi giuridici, ad essere anche responsabile dell'ambito legale del sito internet. Si occupa principalmente della gestione della sezione Lifestyle.