Immagine 17

L’ottavo episodio inizia con il colloquio finale per ottenere un posto di lavoro alla corte di Kal-Easy. I due candidati sono il Nano (nato e cresciuto nella città di Giardino. Nano da Giardino) e Emilio Jorah Mormò, detto Umilio, per aver esplorato gli angoli più bui e gelidi della friendzone.

I due presentano il loro curriculum:

Immagine 7

 

Immagine 9

 

Superata brillantemente la prima fase del colloquio, Nano però riesce ad avere la meglio perchè Mormò sta zitto e incassa qualsiasi cosa. Nano consigliere della giunta. Mormò esiliato.

Ovviamente Umilio non si arrenderà così facilmente.

Immagine 10

Nelle Prigioni di Approvo Del Re c’è il Suorone sollevatrice di tronchi che si prende amorevolmente cura di Mignonza. “Confessa”, “Confessa” dice lei, ma quando la regina madre, per confessare, inizia a fare il riassunto di 5 stagioni di Game Of Thrones, il Suorone dice “No vabbè scherzavo, ora devo andare a giocare a rugby con le amiche, ciao”

Intanto a Bravos, Aria continua a frequentare la Royal Academy of Dramatic Art, e all’esame di Menzogne Contemporanee decide di far finta di essere una venditrice di cozze:

Immagine 12

 

In realtà il suo compito è quello di trovare qualcuno da uccidere, che anche gli uomini Senza Volto sentono la crisi e in qualche modo devono svoltare. Nel suo mirino finisce un bagarino di Braavos, e con la scusa di essere una giovane filmaker che sta girando un video sui simboli della città si guadagna la sua fiducia:

Immagine 14

 

Approposito di donnoni, bisogna spendere due parole anche per le vicende di Sansa, che scopre che Theina non ha bruciato i suoi due fratelli, ma ha bruciato i due fratelli di un altra. Ma la redenzione di Theina, che una volta fu Theone, è ancora lontana. Mentre Sansa e Reek discutono in camera, gli uomini del castello Bolton decidono le strategie da usare contro il prossimo attacco dell’esercito di Stanni. Ramsey, al settimo Martini, si propone per sconfiggere gli invasori con soli 20 uomini:

Immagine 19

 

Kal-Easy e Nano intanto chiacchierano del più e del meno. Lei vorrebbe approfondire una volta per tutte la questione della legge della elle, ma lui fa scivolare il discorso sui “parenti dimmerda”, che c’è davvero un casino da dire per entrambi:

Immagine 21

 

Approposito di donnoni [Seconda parte], nessuna nuova notizia su Brihanna

Ma arriviamo alla storia principale dell’episodio, ovvero l’arrivo di Gion e Barbarossa all’accampamento dei Bruti ma Buoni con la mimetica invernale:

Immagine 22

 

Il piano è quello di caricare tutti i bruti sulle navi e portarli nelle terre del nord prima che gli estranei arrivino e si presentino. Ma prima c’è da convincere i bruti che migrare è la cosa migliore, e che le voci di un certo lord salvini con le ruspe son solo voci. Gli si fa incontro uno dei capi dei bruti, il brutissimo. Talmente bruto che deve indossare una maschera bruta ma non quanto lui.

Il Brutissimo dura 5 secondi, poi viene preso a bastonate serie da Barbarossa, che oggi c’ha il cazzo girato e recita come il Rick di The Walking Dead (no davvero, se guardate Twd e Got in inglese sono uguali). Gion vuole incontrare gli anziani, che però invece sono tutti giovani. Tra gli anziani giovani c’è anche lei:

Immagine 24

 

E subito pensi ad un nuovo amore per Gion Neve, lui che è fissato che con le donne brute, che dice che son più sensibili. Le trattative non sono per nulla semplici ma Gion riesce comunque ad ottenere la maggioranza togliendo l’imu sulla prima baracca.

Fantastica la scena in cui il Cavalier Renzetti cerca il pugnale di ossidiana, ma questo ce l’ha il gigante che fa il bullissimo:

Immagine 25

 

Immagine 27

 

Ma poco dopo succede il bordello. Il gigante preannuncia una puzzetta ed è il fuggi fuggi generale:

Immagine 28

Parallelamente però arriva l’esercito degli estranei e i bruti provano ancora una volta a fuggire, questa volta però per evitare l’imbarazzo di non conoscerne nessuno degli estranei. Un esercito di zombie che uccide tutto e tutti.

Immagine 29

 

I bruti provano a rifugiarsi dietro i cancelli di legno, anche per permettere alle barche di portare più persone possibili in salvo a bordo delle navi. Nonostante i rematori in modalità moviola.

Come se non bastassero i mille mila tantissimi zombie, Gion, Daryl e Michonne vedono oltre la nebbia 4 cavalieri malvagi perfettamente distanziati tra di loro:

Immagine 30

 

Immagine 32

 

E allora giù tutti di mazzate contro gli esseri malvagi.

Il gigante Nazzo, chiamato così perchè ha il naso a forma di cazzo, schiaccia gli zombi come fossero punti neri:

Immagine 33

 

Milfa e Barbarossa ci danno dentro cercando di difendere il cancello. Gion invece pesca la pagliuzza più corta, e gli tocca vedersela con lui:

Immagine 34

 

Un Leonardo Da Vinci infernale vestito da samurai, che oltre all’aspetto che se lo incontri per strada cambi marciapiede, per sicurezza, c’ha pure una lancia che distrugge tutte le spade al solo contatto.

Immagine 36

Tutte tranne la spada bastarda +1 di Gion. Che trafigge l’estraneo trasformandolo in zucchero a velo. Dall’alto osserva tutta la scena l’estraneo capo, che è quello che c’ha i cornini e il vestito fatto di tombini:

Immagine 37

Purtroppo per Gion, Milfa cade in battaglia aggredita dai bambini zombie:

Immagine 39 Immagine 41

 

Quando la situazione sembra già disperata, ecco arrivare il corpo speciale degli zombie paracadutisti senza paracadute che gettandosi dalla montagna riescono ad aggirare senza sforzo le mura dei bruti:

Immagine 42

 

Resta solo una cosa da fare, scappare! E quindi Gion, Barbarossa e il Cavalier Renzetti riescono a salire sull’ultima barca e a rifugiarsi in mare, che gli estranei non sanno nuotare. Nazzo il Gigante non lo fanno salire e se la fa a piedi che tanto lui tocca (non prima di aver preso a colpi di palo infuocato qualche zombie).

Immagine 43

Una volta in salvo, Gion, per far vedere che non stanno scappando ma purtroppo c’hanno un impegno e devono andare, fa il segno all’estraneo del “ti faccio un mazzo tanto” facendo il gesto con le mani delle due pistole rivolte una verso l’altra inclinate verso il basso di 45 gradi. L’estraneo risponde mimando un mazzo tanto molto più grosso:

Immagine 44

 

Approposito di donnoni [Terza Parte]:

Immagine 5

Voi avete visto l’ottavo episodio della quinta stagione di Game of Thrones? Cosa ne pensate?  

– Ci tengo a dire, per prevenire minaccioni e malocchi vari laggiù nei commenti, e soprattutto per cercare di non ritrovarmi, come ogni mercoledi mattina, la macchina rigata con le chiavi, che questo articolo non vuole essere una critica alla serie televisiva, che io adoro, ma un modo di commentare la puntata easy easy, in simpatia e in allegria, così, per tirare un pò su di morale a quegli sfigati di Westeros, ok?

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

The Walking Dead Quinta Stagione: 5×16, sedicesimo episodio, ne vogliamo parlare?! 

GAME OF THRONES: 5X01, NE VOGLIAMO PARLARE?!

GAME OF THRONES: 5X02, NE VOGLIAMO PARLARE?!

GAME OF THRONES: 5X03, NE VOGLIAMO PARLARE?!

GAME OF THRONES: 5X04, NE VOGLIAMO PARLARE?!

GAME OF THRONES: 5X07, NE VOGLIAMO PARLARE?!

 

 

 

Condividi
Daniel San
Lo voleva il Real Madrid, lo voleva Hollywood, lo volevano gli Avengers, amatissimo da tutti, di qualsiasi religione, sogno erotico femminile, il miglior amico che ogni uomo vorrebbe avere. Beato lui. Io invece sono Daniel, carpentiere di giorno e blogger nei pochi minuti che rimangono liberi. Appassionato di cinema, fumetti e cazzate. Un nerd d’altri tempi che ti racconta la nostalgia degli anni 80/90 come te la racconterebbe Mario Merola, e di come una volta se ti mettevi la maglietta di Superman e uscivi in strada eran coppini e zero figa per sempre, mentre oggi è la base per una rapida scalata verso il successo.