Si è fatto un gran parlare sui social network del nuovo album di Fabri Fibra, Squallor. Se ne è parlato tanto parlando poco dell’album e molto delle rime su Fedez e Vasco. Questo perchè? In realtà Paola Zukar (Manager) e Fabri hanno optato per un’uscita dell’album “diversa”, hanno deciso di non fare una cosa che fanno tutti quanti i rapper italiani per vendere i dischi, gli instore.

Gli instore fanno vendere tantissimi dischi, tutti i ragazzi che scaricherebbero illegalmente un album per fare la foto con il proprio beniamino sono costretti a comprarlo. Gli instore, sottopongono gli artisti a viaggi e firmacopie fisicamente massacranti. Si sappiamo che state ridendo adesso 🙂 Ma provate ad immaginare di stare sempre in viaggio e stare ore e ore a firmare copie e fare foto come in una catena di montaggio. Certo c’è di peggio, ovviamente.

La tattica adottata dal duo Zukar-Fibra è stata quindi quella di mettersi alla prova, uscire a sorpresa con un album senza instore, senza conferenze stampa, senza ospitate in Tv e senza interviste. L’unico annuncio è avvenuto tramite i canali social di Fibra. Il fine era quello di mettere al centro dell’attenzione la Musica.

Ci sono riusciti? Diciamo in parte. Sicuramente il disco sta vendendo ma è anche vero che forse più che della musica si è parlato di altro. Il FuckFedez a modo suo è anch’esso frutto di una tecnica pubblicitaria, grazie a queste 2 parole tutti hanno saputo che era uscito il nuovo album di Fabri Fibra.

 

Fonte: wired.it