Tutto o Niente

J-Ax

Il Bello d’Esser Brutti

Fossi in te io mi rialzerei
Ora nessuno intorno sa chi sei
Neanche ti accorgi che è tardi
Mentre tutti si allontanano
Le luci si riaccendono
Scende il sipario e resti solo tu

Pronto?
He è tutto il giorno che ti cerco e poi trovo occupato
Staccato m’ hanno chiamato già in 18 dice che eri sotto…
Oh zio molla il colpo, dimmi ch’ora è mattina sera minchia sono cotto…
È l’ora che c’ho da fare , mo’ fammi parlare dice la Chicca, l’amica barista,
Ieri t’ha visto al locale buttare schiaffi a caso al tavolo di un balordo
E che alle sei stavi giù al chiosco sporco di sangue sbocco…
Ah all’improvviso vieni a preoccuparti ,
tre mesi che chiamo l’assistente per parlarti
per te davo testate al muro mo’ manco mi guardi
ho fatto gli anni e voi nemmeno gli auguri bastardi…
Era tre giorni fa gli auguri gli ho fatti,
poi per ogni compleanno tu dai almeno quattro party
svegliarsi tardi è un lusso che non ho più
in doccia alle otto e mezzo e poi riunione per il tour
in testa c’ho il cervello che si scioglie come i Pooh
e mando avanti l’etichetta in cui ci mangi pure tu…
uh cazzo strilli? Lascia dire a me se sbaglio
sarò fatto come un cane ma tra i due sei te che c’ha il guinzaglio …

Fossi in te io mi rialzerei
Ora nessuno intorno sa chi sei
Neanche ti accorgi che è tardi
Mentre tutti si allontanano
Le luci si riaccendono
Scende il sipario e resti solo tu
Se c’è una fiamma prima o poi
Qualcuno l’accende e tu fratello già lo sai
Chi va lì non si riprende
La vita non è un tavolo
Per giocarsi tutto o niente
Oh oh oh oh oh oh oh oh
Oh oh oh oh
Oh oh oh oh

Ho già troppi casini quindi è meglio se ti calmi
E non dire cazzate che sono sempre gli altri a provocarti…
Oh ma mica sei mio padre che devo giustificarmi…
Si se tu combini in giro danni
e devo andare io a scusarmi…
eh? Come se per te non avessi fatto abbastanza
non parlarvi con le tipe e ti facevo propaganda
ti ho insegnato a stare a tempo su un bip
tutti che infamavano a bestia ma io dicevo va bene così…
Vecchie storie che tiri fuori ma un pretesto
ho dato tutto li doppio indietro ma non è per questo
che ora sclero almeno parlo in faccia
nessuno ti fila dagli anni 2000 sei fermo ai novanta
Per me Milano si inchina…
No tutta Milano fai pena…
Tutta la gente ne parla…
Quando ti volti di schiena…
Tu chiami amici persone che ti conoscono appena
E la tua ambizione più grande
È una ventenne e una cena
La chiami vita mondana ma
Mi sa che costruisci un gabbia
È meglio se cambi il modo in cui usi la rabbia
Il tempo è una pistola arrendersi è facile e quindi
È ora che decidi o su le mani o le maniche
Ma vaffanculo…

Fossi in te io mi rialzerei
Ora nessuno intorno sa chi sei
Neanche ti accorgi che è tardi
Mentre tutti si allontanano
Le luci si riaccendono
Scende il sipario e resti solo tu
Se c’è una fiamma prima o poi
Qualcuno l’accende e tu fratello già lo sai
Chi va lì non si riprende
La vita non è un tavolo
Per giocarsi tutto o niente
Oh oh oh oh oh oh oh oh
Oh oh oh oh
Oh oh oh oh