Tutto il nero mi confondo con la notte,
collane ed anelli portano la mia luce
siamo stelle nere
diamanti del Sierra Leone
persone vere, 
siamo figli del peccato, 
dell’incoscienza,
della rabbia, 
di una generazione di sconfitti,
ma noi non perderemo come i nostri genitori.
Ho promesso a mia madre: vedremo giorni migliori!
Dio ti ringrazio e non speravo che il mio nome
potesse arrivare a tutte quante ‘ste persone!
Adesso sono libero,
urlo contro il vento
ed ogni giorno che mi dai
per me è una benedizione.
Pensami, baby, tutte le notti,
quando sei sola la notte ti tocchi. 
Questa è la mia ora, suonano i rintocchi,
finché arriverà la morte ed avrà i tuoi occhi.

Tu sai chi sono,
anche se spesso parlo bene e mi comporto male.
Tu sai chi sono,
sarei fotomodello se dovessi prendere.. 

il dolore come forma di bellezza,
il dolore come forma di grandezza. 
Siate duri con voi stessi e con gli altri
senza perdere mai la tenerezza.
Mi sono preso gli anni più belli della tua vita,
eri l’errore più bello che io potessi fare.
E dai, non dire che non ti sei divertita,
baby, sei troppo bella per non farti male.
Saliamo le scale del paradiso,
ma è una scalinata infinita.
Mentre saliamo ci passano tutti i momenti della nostra vita:
nascita, poi dopo morte,
finisce tutto qua.
Io so che c’è dell’altro,
il mio nome sempre più in alto
in volo come un albatros la mia storia rimarrà.
Guardami ora, che sono come il Sole,
ho realizzato il sogno di un botto di persone.
Ora non c’è niente che mi può fermare, 
se mi tocchi ti ustioni,
non ti avvicinare a me.

Tu sai chi sono,
anche se spesso parlo bene e mi comporto male.
Tu sai chi sono,
e so che per farmi del bene tu ti fai del male.
Tu sai chi sono,
per questo hai scelto me e non un altro, perché
tu sai chi sono,
sarei fotomodello se dovessi prendere
il dolore come forma di bellezza.
Dottore ho un problema,
la mia ombra non mi aspetta
e quello che vedo di te è una piccola parte.
Metà delle storie che sai su di me sono false.
Siamo fatti di carne,
ci siamo fatti domande.
Cerco piccole parti sparse,
cerco di amarti e sai che faccio fatica, 
inseguo un sogno: è la mia vita
e se hai bisogno grida.
Salvami,
come fossi il mio Dio
e amami,
quando non sembro più io.
Ma tu sai chi sono,
anche se spesso parlo bene e mi comporto male. 
Tu sai chi sono,
e so che per farmi del bene tu ti fai del male.
Tu sai chi sono,
per questo hai scelto me e non un altro, perché
tu sai chi sono,
per questo ho scelto te