Exploit” è il nuovo progetto di Zuli per l’etichetta Large, distribuito da Trumen Records, disponibile dal 25 febbraio nei digital stores. Questo Ep registrato, mixato e prodotto negli studi della Trumen Company da Prestige, Drop, Jahcool e Simec segna l’atteso ritorno dell’artista torinese. Famoso per essere stato più volte il collante tra varie scene avendo unito due ambiti sonori che spesso si sono incrociati nella loro storia, Zuli vanta dunque una fanbase anche nell’hip hop nonostante la sua impronta naturale rappresentativa sia quella reggae.

L’uscita di Exploit è stata anticipata da "RIFLESSI", singolo prodotto da Don Joe dei Club Dogo che oltre ad un beat elettronico molto spinto e contemporaneo, si distingue per i feat di Jake la Furia e di Johnny Marsiglia, raccogliendo consensi positivi ed aumentando le aspettative per il release ufficiale del EP.

Jake La Furia, Don Joe e Johnny sono solo alcuni dei nomi che hanno preso parte ad Exploit, presenti anche Emiliano Pepe e Primo Brown (Cor veleno) nel brano “Finchè siamo” e Mezzo Miliardo che duetta con il padrone di casa nella track title.

Exploit Zuli

Zuli non smentisce la sua storia e prosegue il suo percorso musicale fatto di contaminazioni e differenti stili con questo disco, dando un grande peso anche ai contenuti, nei quali esso esprime le sue emozioni, parlando in primis del suo se. Distinguendosi dunque dai concetti preconfezionati soliti della scena odierna. Questo è un disco che parla di chi lo canta, che racconta a chi lo ascolta una storia tra un artista e la sua arte, confermando una forte identità.

La capacità di unire contenuti importanti, lucidi, non scontati alle melodie reggae, hip hop e trap è la chiave di questo EP di 6 tracce + 1 remix.

Il brano “Riflessi” prodotto da Don Joe, ne è l’esempio lampante, forse la traccia più rappresentativa, nonostante le caratteristiche della base ed il duplice featuring, riesce a non perdere mai di vista il focus sui concetti raccontati, ed in particolare affronta il tema della dualità tra uomo ed artista e dell’importanza del vissuto radicato come mezzo per affrontare al meglio la vita sul palco. Trovo Exploit un disco introspettivo, votato alla ricerca delle parole come punto cardine del completamento artistico di espressione dello stesso Zuli, riuscito nonostante le poche tracce e le molte, seppur apprezzate, collaborazioni.

Valentina Varisco (twitter @Valeficent)