Riflessi è il primo singolo estratto dalll’EP Exploit, il nuovo lavoro di Zuli, cantautore votato ai suoni “urban” nato a Torino nel 1980 e che unisce l’approccio e l’impostazione vocale reggae a un timbro blackExploit uscirà in digitale mercoledì 25 febbraio per l’etichetta torinese Large e sarà distribuito sui digital store da Artist First tramite Trumen Records.

Durante la sua carriera, partita dalla metà degli anni novanta, Zuli ha collaborato con artisti di vario stampo, da Roy Paci agli Africa Unite fino ad alcuni pesi massimi del rap come Club Dogo, Emis Killa, Ensi, Vacca, Stokka e MadBuddy e altri. Il suo percorso dice come si tratti di una figura artistica che unisce due ambiti sonori che spesso si sono incrociati nella loro storia e in tanti Paesi del mondo hanno esponenti di rilievo coinvolti in entrambe le scene: il reggae e l’hip hop. In Exploit, appunto, le sonorità reggae incontrano l’hip hop ma anche altri ritmi, come la trap e, più in generale, hanno degli accenti presi dalla musica black contemporanea.
La produzione musicale di questo primo brano estratto dall’EP è di Don Joe mentre le voci ospiti sono quelle di Johnny Marsiglia e Jake La Furia, per la prima volta insieme in un brano.

Il videoclip di Riflessi è realizzato da Grey Ladder, società torinese che si occupa di produzioni cinematografiche e televisive e media entertainment e, dopo l’anteprima sul sito di Red Bull, da oggi è su YouTube:

Zuli Riflessi