Case, chiavi, chiese, cani, navi, varchi, sotte-ranei, botte, estranei, cavi, branchie, imbarchi, archi-travi, bravi, professionali, voti, urne, vuoti, morti, cantanti, preti, confessionali, zone notturne, soldi contanti, boe, mari, canoe, cellule, scusa!, stronzo!, lui e’ un eroe!, spegnimi il gas!, aloe, libellule, etruschi, alieni e plexiglas, comici, musica, muschi, licheni, codici, metodici, uomini, bionici, cibi biologici ed antibiotici

Attento in questo istante a quante cose avvengono / chissa’ se sono tante oppure e’ una, spartita? / se fosse una, allora le cose che non avvengono? / le attiro, mi giro, la luna, sparita/ (uhh!)
le stelle vanno affanculo e tutto il cielo che si raduna/(uhh!) come un cammello fermo su un ago per quanto e’ grande la cruna/ il mondo, non sembra, piu’ in movimento ma sfuma/ il piombo, rallenta, e cade a terra con la sua piuma/ la storia che conosciamo, fiumi di merda, dune di schiuma/(uhh!) e tutte le lacune che avro’ saranno la mia fortuna/ e tutte le fottute battute con cui il mondo ci incula/ all’alba di una nuova era, che si frantuma in una schiarita/ sbiadita, attento a quante cose avvengono/ chissa’ se sono tante oppure e’ una, spartita/ se fosse una? allora le cose che non avvengono/ le attiro, mi giro, la luna, sparita.

Non puo’ salvarci che una macchina del tempo
c’e’ chi la cerca nella testa sua da sempre
sara’ pericoloso ma,
niente e’ miracoloso mai,
e’ tutto frutto di uno studio meticoloso
Ora equilibro tutto e viaggio nel tempo
e mentre vibro nella danza del suo ventre
sara’ pericoloso ma,
niente e’ miracoloso mai,
e’ tutto frutto di uno studio meticoloso

fame, sete, targhe api, propoli, demoni, barche, capi, popoli egemoni, strati, branche, stati, banche, stadi, fumate bianche, date, luoghi, dati, loghi, ladri, quadri, luna calante, padri, madri sante, fuochi, prati, buche, serrande, acqua, innocui, lipidi, pari, dispari, omega, seduzioni, lapidi, hokey, cannocchiali, Andromeda, ok! subduzione, luci rosse, follie, batterie, voci grosse, pensieri, teorie, battisteri, arterie, materie aeree e nettari, ettari di deserto e batteri

Fuori da vetro osservo attento il tempo tornare indietro/ fino al battesimo del mondo smolecolo ogni mio nervo/ vedo il 2000, oltre il ventesimo secolo, poi l’ottocento/ l’industria, la morte del rinascimento/ il medioevo? mi chiedo, dalle urla/ famosissima eta’ buia! credo/ che e’ la prima volta che ci vedo/ ora il mondo intero e’ umano/ carestie, secessioni, dinastie, successioni, la chiesa l’impero romano/ poi da un feto, ancora indietro, anno 30/ nella vetta delle menti rivoluzionarie che si crea la setta/ l’hanno detto, l’anno zero, la polis l’anonimato/ il politeismo vario, nello scenario statuario/ il cerchio gli elementi, l’idea di quel mondo innato/ ora il vetro e’ un po’ appannato il fiato aumenta piu’ il mio viaggio e’ straordinario/ questo sole, non e’ mai stato alto tanto quanto ora che vivo e vedo gli imperi del caldo/ questo mondo sembra un altro e poi decresce cosi’ presto che anche il Nilo e la Via Lattea sembrano un ruscello fresco/ le piramidi decrescono anche loro/ e fanno spazio, a citta’ parecchio basse pero’ fatte tutte d’oro/ grandi navi ed usi vari di carcasse / la sabbia che sbaraglia studi sulle stelle, linee con un asse/ pero’ e’ un attimo e quell’oro poi diventa pietra e paglia/ e dentro una caverna un uomo dice a tutti gli altri che il mondo si sbaglia

l’acqua e’ salita e ha coperto il mondo del sud, forse anche noi preistorici siamo un po’ paranoici/
penseranno tutti che scarabocchiamo Mammouth/
pietre pomici, sui muri, per i codici, futuri..
ormai,

Non puo’ salvarci che una macchina del tempo
c’e’ chi la cerca nella testa sua da sempre
sara’ pericoloso ma,
niente e’ miracoloso mai,
e’ tutto frutto di uno studio meticoloso
Ora equilibro tutto e viaggio nel tempo
e mentre vibro nella danza del suo ventre
sara’ pericoloso ma,
niente e’ miracoloso mai,
e’ tutto frutto di uno studio meticoloso

film, estro, sim, destro, bravo, bravissimo, pin, firme, possiamo uscirne, ciao! torna presto!, palle pinne, balle, bilgie, nord, sud, la lupa e due figli, sciupa famiglie, funk, Nube di Oort, junk food, truppe conigli, zuppe, ciglia, sbadigli, presidenti, patrimoni, residenti, matrimoni, ora contate, tradizioni orali, strade, attrazioni, aurore boreali, gli assenti, i presenti, i perdenti, i campioni, gli esenti da tasse, le masse, i coglioni, le casse, il suono nell’aria che va’, e fino a prova contraria io, sono qua.