Introducendosi in un mercato ad oggi saturo e difficilissimo Eiemgei è un chiaro esempio di producer che riesce a fare un piccolo salto verso l’alto sulla scala della qualità riuscendo anche a rappare in maniera decente destreggiandosi su strumentali di produttori trap vari ed eventuali. “Trapianti e Risate”, uscito ieri in freedownload per Doner, racchiude già nel titolo la direzione che prende l’album: contenuti simpatici, cantati con incastri intelligenti, su beat trap di alto livello.

Contenuti che però, sulla lunghezza delle diciassette tracce, tendono ad annoiare. Oltre a “Scordati di Me” che con un’adeguata voce femminile non avrebbe nulla da invidiare alla tanto acclamata e perpetuamente in radio “Magnifico” di Fedez, “BlkSanGiorgio” prodotta da The Golden Toyz (remix di “BLKSNG” presente nella compilation “Doner Bombers 2”) e “Sta Weed”, nelle altre tracce il tema principale, più o meno, è sempre inerente a ragazze: facili, troie, puttane, etc.

Eiemgei

Sdraiato sui binari” è un’altra bellissima canzone d’amore che si distacca un po’ dalle tematiche misogine dell’album.

Collaborazioni azzeccate, salvo l’intervento di Prins in “Mamacita Parassita”, che di per sé è una canzone molto simpatica un po’ “rovinata” da quest’inserto reaggae definibile quasi da discount.

Sia Paskaman (presente in “Backspace”) che Pablo Frida (“Bitchproof”) e Blue Virus (“Cose che fanno male”), si adattano allo stile canzonatorio e aggiungono qualcosa alle canzoni sulle quali rappano.

La cosa che mi ha stupito di più di Eiemgei, è il suo modo di rappare che non è piatto, bensì riesce a cambiare flow, più volte anche nella stessa canzone e tecnicamente riesce a distaccare di spanne altri competitors nel mondo dei cantanti emergenti che magari si credono molto più bravi di quello che in realtà sono.

Perciò, nel complesso, il disco è bello e suona un po’ diverso dal solito: tirando le somme, tra il free download, l’ottimo flow, la buona musica, vale la pena scaricarlo ed ascoltarlo soprattutto per capire come riesca a sopperire la qualità contenutistica un po’ sterile con un’eccellente tecnica.

Vitto (twitter @vittoworldpeace)