Abbiamo intervistato Mirko Miro in occasione dell’uscita di “Locksmith”, Ep realizzato insieme a Squarta. Dal 25 novembre “Locksmith” è su iTunes e in tutti gli store digitali per l’etichetta Almostrue Records. Mirko Miro è accompagnato al microfono da Dea nel brano “Magneti”, mentre tutte le produzioni sono per la quasi totalità di Squarta, tranne un paio affidate al beatmaker siciliano Fuzze e alla giovane The Essence, tutti artisti della squadra Almostrue.

Ecco l’intervista realizzata da Hano.it:

Partiamo dal primo singolo, “Con la guerra nella testa”, un titolo che è una dichiarazione d’intenti… raccontaci il significato e come rappresenta l’intero progetto “Locksmith”

Con la guerra nella testa è il pezzo che fa da intro per tutto il resto del lavoro,parla dello stress che le persone hanno addosso ogni giorno,della follia di chi non ti aspetti,parla decisamente dei giorni nostri dove fuori casa c’è davvero da aver paura.
Nel pezzo immagino un quadro dove una coppia viene messa davanti ad un bivio,lei sceglie la strada piu’ facile e sicura mentre lui decide di rimanere ed affrontare tutto questo a muso duro,ogni tanto prende lo sconforto e la testa scoppia e sicuramente arrivano sempre piu’ domande sul fatto di aver fatto la scelta giusta o meno.Ecco io nel pezzo interpreto chi è rimasto,ruolo che mi si cuce perfettamente sulla pelle.Locksmith è una conseguenza,io e tutto il team di Almostrue abbiamo deciso di unirci ed affrontare a muso duro la realta’ delle cose mettendo in gioco le nostre capacita’ ed i nostri gusti,ci piace lavorare sodo e sporcarci le mani,proprio come dei fabbri,non siamo super star,siamo uomini,siamo musicisti,videomakers,grafici,mc’s,produttori,soltanto che a differenza di altri noi ci siamo rimboccati le maniche ed abbiamo iniziato a lavorare duro… proprio come veri locksmith. 

Questo primo estratto ha già scatenato l’euforia nella rete, sui forum, te l’aspettavi? Qual è il tuo rapporto col “pubblico di internet”?

Con Squarta ci aspettavamo di fare un po’ di rumore con questo pezzo,appena finita la registrazione eravamo gia’ carichissimi.
E’ stato un piacere condividere la nostra energia con tutti ed e’ stato gratificante il fatto di vederla ricambiata.
Devo dire che sono piu’ animale da palco che da tastiera,e non sto molto tempo su forum o social,anche perchè ho pessimi rapporti con la tecnologia e robe simili,ogni volta che posso controllo le varie mail e messaggi e devo dire che piacevolmente rispondo cercando di essere  il piu’ presente possibile con il pubblico che mi segue da tanto e con chi mi sta imparando a conoscere da poco.

Mirko Miro

In oltre 15 anni di carriera hai attraversato diversi modi di fruizione della musica, cosa pensi sia cambiato? In meglio e in peggio.

E’ cambiato radicalmente e credo anche che sia cambiato in meglio.

Volevo arrivare a “Almostrue Records”, nuova label che ha prodotto questo lavoro, come primo lavoro. Come è nata questa cosa, come si inserisce nella selva di label più o meno indipendenti che sono fiorite ultimamente e, ultimo ma non meno importante, senti la responsabilità di essere il primo prodotto?

Come dicevo precedentemente tutti noi abbiamo sentito la necessita’ di esprimerci e di farlo a modo nostro,non abbiamo guardato tanto a chi ci fosse e chi no,la cosa andava fatta,siamo sicuri del nostro marchio e del nostro prodotto,potra’ anche non piacere cio’ che facciamo ma la cosa certa è la qualita’ che garantiamo ed il cuore con cui si lavora.Sinceramente e’ stato un vero onore poter fare da “ariete” per Almostrue e condividere con Squarta questo passo.

La rete è rimasta sorpresa, ma ben eccitata, da questa combo tra te e Squarta. Come è nata questa collaborazione e come vi siete trovati a lavorare insieme?

Ho visto e sentito stupore,nessuno avrebbe pensato me e Squarta insieme… invece eccoci! Ci conosciamo da tanti anni e ci rispettiamo parecchio sia nella vita che nella musica,lavorare insieme e’ stato semplicissimo, lui ha mandato musica forte io ho scritto emozioni forti, in studio è stato molto ma molto duro come lavoro, tantissima serieta’ e tantissimo casino, abbiamo lavorato sodo ma ci siamo anche divertiti un bordello,s icuramente non finira’ qui…

Come sono nate le canzoni? Partivi tu con un tema oppure ti facevi cullare dai beat di Squarta?

Squarta mandava la musica, io chiudevo gli occhi e descrivevo le emozioni che mi dava con le immagini annesse, tutto molto naturale.

Parlaci delle altre collaborazioni all’interno di Locksmith.

In Locksmith niente è stato lasciato al caso,la collaborazione con The Essence nel pezzo “Andromeda” e’ stato il mio personale benvenuto in scuderia, Dea e’ un mc che seguo da tanti e tanti anni cercando di poterle regalare tanto della mia esperienza, averla nel pezzo “Magneti” e’ stato emozionante perchè lei davvero merita di essere lì dopo tantissimi sacrifici e reputavo giusto farle avere la giusta risonanza, Fuzze e’ un capo assoluto, un fratello da sempre con lui facciamo musica davvero da almeno 10 anni e vedere lui e Squarta lavorare insieme è stata per me una mega gioia, poi ha tirato giù due beatz clamorosi!

Che risposta ti aspetti per Locksmit dal pubblico italiano?

Mi aspetto una risposta positiva, credo che il pubblico oggi é maturo per non fermarsi al primo ascolto ma per divorare l’intero lavoro ritrovandosi nei pezzi e facendoli propri. Tratto diversi argomenti e parlo in modo diretto, onesto e confidenziale. Penso che questo sia un punto di forza che ho da sempre.

Hai intenzione di portare live questo progetto?

Si, stiamo già preparando lo spettacolo e le date, LockSmith girerà con Squarta e Skizo, il live sarà molto ricco di interventi e siamo certi di regalare 1 ora e mezza di rap e divertimento.

A uno che si muove da 15 anni nella scena non possiamo non chiederlo: come vedi la situazione del Rap italiano oggi?

Io penso che il rap Italiano sia messo bene, per ogni cretino ci sono 3 che sanno fare bene e che suonano da paura. Oggi abbiamo conquistato la gente e non solo per il “ritornello”, ma anche le strofe oggi riescono ad entrare in testa lasciando sempre più il segno. Il pubblico vede rap in tv, lo ascolta in radio, inizia ad abituarsi alla sua forza e ne viene sempre più travolta. Certo si vedono anche dei variopinti soggetti che fanno rabbrividire ma va bene uguale, nel calderone tutto va bene, la cosa bella é che davvero ci sono un casino di rapper seri e di freestyler fortissimi. La gente ascolta,poi va sul web e cerca cos’altro esiste del genere e scopre un mondo enorme. Vedo anche più unione fra di noi e più collaborazione.

C’è qualcuno che ti piace e con cui vorresti collaborare?

Sinceramente ho davvero lavorato e collaborato con i migliori in Italia, con alcuni continuo a farlo, dunque non posso chiedere di meglio.

Dove possiamo trovarti sul web?

Potete trovarmi sui social digitando il mio nome, e lì potete farvi i fatti miei come compulsivi gossippari, o più semplicemente tenervi aggiornati sulle continue news.

Vuoi aggiungere qualcos’altro?

Parlano i miei pezzi, li trovate davvero tutto ciò che ho da dire, quando scrivo sono davvero io e dico tutto con la massima sincerita’.
Spingete Almostrue e LockSmith! Un saluto alla gente di Hano.it

Maggiori info su Locksmith di Mirkomiro e Squarta