Triangolio triangolio triangolio… (x4)
D-O (x9)
Triangolio triangolio triangolio… (x4)

I-I-O
V-N-I-U-O
I-D-V-D-O
V-N-U-O
D-V-I-V-D-O
D-N-V-U-O
I-N-D-I-V-I-U-O
I-N-D-I-V-I-D-U-O
Un individuo

Gomez:
Tra gli individuo crescita enorme distanza compressa
dilatazione interiore ulteriore distar di coscienza
ci ostruzioni mattoni di neve fatice? che mento corporeo
gargoyle coi brividi apre crepa nel dorso marmoreo
distruzione del tempo semantico
ricostruzione incastri asimmetrici di macerie di marmo ed avorio
snodo corsoio Globe Runner primo livello
affidandomi istinto malato di forma sul fido libello
da allora l’ombrello attenua ogni goccia
coscienza lavandosi sporca esistenza confusa
si muove convulsa oltre un velo di doccia
alieno nell’acqua in cui punta
ne conto i principi con esso
si sposta come maesta medusa espul-
sione cinetica baco da seta per stoffa da bozzolo
ordine ed il re caro nast-rotolo? in cui insetto moda depone la schiusa
regina operaie sull’imperatrice negozio
deposizione di semi nel grembo frontale
ipnotico stato di profonda trainzione
ciascun esemplare di fronte avete in erezione
di statua a forma di cazzo un’estensione continua
palazzo della multinazionale
levatrici in accensione del suo retro razzo di linea
delocalizza in moto ascensionale in direzione del vuoto
vulva celeste l’ovulazione cosmica è in atto
la cellula uovo riveste corporea funzione d’involu-compatto
legitti morte d’interi tessuti vissuti in funzione dell’organo intatto
accetto i rifiuti defunti dall’ultimo impatto
resistiamo dal tempo dei punti
se il piano è aiutiamoci tutti che Dio preghi per noi

Mental D Tektor:
Le analogie nell’aggregarsi delle mie traiettorie composite
separa gli strascichi di fine settimana
con un piede lungo il tragitto
frutta mnemoniche nella gimcana
formiche in fila indiana
socialità ghermisce dissociata
l’individualità spontanea ritratta la citata volontaria
sudditanza esapode monarca regna sotterranea
con ambizioni espansionistiche
identità collettive mutuate distrofiche gambe
per esseri striscianti come bisce
insetti alteri l’aspettativa
artropode di vita agli atti suole
terminare sotto la pressione delle suole
di scarpe di passanti sciatti
passanti in mandrie compatti
l’andatura inarca la tomaia
a metà tra la fuga premeditata futura
e la meta a casa a scatti dove sia congettura
passando sotto le fondamenta buca espressione
riferimento causale battiti comune indipendenza
la mano concava chiusa
s’insinua sappi nella fenditura
trasversale del traforato in muratura
maniacale apertura l’impasto consueto cemento
a palato boccale chiuso come passaggio in divieto
elastico esalo tracheale sassi
solide digressioni sull’aumento esponenziale
della proporzione bestiale del traffico
smazzi solide dispersioni inasprirsi del panico
spostamento semantico nel centro nevralgico
pratico nevrastenico
spinte sulle schiene che addormentano
il senso dell’orientamento anestetico
punto alla distanza più breve
congiungo aree estese un punto un altro retta
evito il fregio della linea abbellita dall’arzigogolio estetico
diretta alla gleghe
compiaciuta acclamazione del segmento
dette schiere nuove leve archimedee
fuggo forza sposti idee dee muse seme
sgorga litterata a getti dalla punta del pene
emblema procreativo dritto al traspinto nel buco
rompe in breve l’imene
flusso di lettere introduco confuse
dalla gastrulazione alle doglie parole intere
detiene la gestazione in cantilene concluse
spiritualità latenti
come la visione dei particolari in ambienti dalle luci soffuse
salvezza infuse possibilità di redenzione
in mortalità con latenza mai messa
in moralità della stirpe di Caino perversa
fuse speme spreme succo liquame tossico
modifica la creazione nell’aspetto
trucco geometrio triangolio (triangolio triangolio)
isoscelegli (individuo individuo)
ridotto a tutto a tuo assunto
spunto uso scegli uno due (triangolio)
(uno uno uno uno due triangolio triangolio)

(Triangolio triangolio triangolio..) (x3)

Mastino:
Lo specchio mi guarda poi mi chiede se rifletto
la figura estranea cerca un nesso nel diverso
una forma e il suo doppio
qual è la meta d’ombra se qualcuno qua è di troppo
divisione unita con la pratica dell’arte calligrafica
corpo e anima traffica con la grammatica
in presenza di polarità
la sfera della penna gravita senza equilibrio e parità
fa confusione percezione del caos
cerca soluzione nella perfezione del tao
divisi ma uniti da legami simbiotici
geni siamesi gemelli omozigoti
seme più ovulo uguale voce più microfono
fanno sbavare più di un cane idrofobo
portano a follia schizofrenica
il tuo personaggio uccide te con una Pelikan
lascia scia d’inchiostro è una cometa
un mostro a due facce della stessa moneta
Gogeta replica asimmetrica
duplice identità identica
occhio esterno controlla Echelon
creatura tricefala cerbero
un drago che morde la sua coda
implosa brilla di luce propria buia supernova