Come Sabbia” è un disco non comune in Italia: funky, R’n’B, soul, tutti sound che fanno fatica ad emergere tra i nostri connazionali mentre in America, più producer si stanno dedicando al rilancio, gradito dal mercato discografico.

Mista B & Gionathan – Come Sabbia recensione

Etichetta: Latlantide
Distribuzione: D–
Anno: 2014

Un lavoro molto ben fatto, ben curato dal punto di vista delle produzioni eccellenti e delle collaborazioni ben riuscite tra le quali spiccano quelle de La Miss (Luana) (una delle migliori voci femminili in Italia al momento) e Caneda che spezza un po’ il ritmo talvolta monotono del disco.

Monotono perché su 13 tracce, le tematiche e i contenuti sono un po’ ridondanti, soprattutto nelle canzoni dove manca la partecipazione di altri artisti. Il solo Gionathan si limita ad essere un “banale” seppur bravo, cantante R’n’B mentre a mio avviso, servirebbero più strofe come quella di Lord Madness in “Flava” (canzone tra l’altro che campiona in parte “What’s your Flava” di Craig David del lontano 2002).

Gionathan è un ottimo cantante, in alcune parti mi ha ricordato addirittura Tiziano Ferro, però sarà gusto personale, sarà la poca affinità con il genere, sulla totalità del lavoro, mi ha annoiato.

Preso da un puro punto di vista oggettivo, però, questo disco va valutato in maniera assolutamente positiva e il voto per la qualità è alto. Da avere assolutamente per gli amanti del genere.

Manca però qualcosa per fare il salto ed essere, secondo me, apprezzabile da parte di tutto il resto del pubblico, che potrebbe storcere un po’ il naso per la ripetitività del genere.

Sarebbe più apprezzabile, in futuro, un lavoro simile a questo ma con più partecipazioni esterne al mondo dell’R’n’B oppure con un cambio saltuario di beat e flow così da alternare un po’ il ritmo.

Quindi nel complesso, buon lavoro di nicchia ma rivedibile per il grande pubblico.

Vitto (Twitter @vittoworldpeace)