Loading...

Kilo, MACHETE EMPIRE!

Insonnia post-sbornia
perde chi sogna, il suolo mi ingoia
in questa fogna non c’è mai nessuno che mi raccolga
lo so già, ho migliaia di amici ma solo sui social network
senza cappuccio sotto la pioggia, svelto!
Sono un cattivo modello, non mi seguire
le lezioni non sono servite, non le ho sentite,
non sono mai stato un tipo servile, non so servire
chi sta sopra con ordini da impartire
potrebbe anche ap-appassire
smettere d’apparire, infine impa-pazzire.
Nel mio quartiere bruciano palline sopra alle lattine
ladri di galline dentro alle cantine aspettando mattine
figli de ste città cattive
e per tv e giornali attrattive
messi dentro senza trattative
questi ci vogliono vedere morti per dopo applaudire.
Dove gli altri mollano io continuo
sti demoni non mi dominano, ci convivo
mi nominano e non mi giro,
miro fisso un obbiettivo.
Sono il più forte e oggettivo
categorico, sacrosanto
sei cattolico, ma non c’hai perdono nel camposanto.
Sei in guerra, in battaglia
-trrrr- smitraglia
bara chi sbaglia, sdraia lui
prima che con te lo faccia quando ne avrà l’occasione
non c’è pietà nè compassione
vuoi che ti faccia una confessione.

E’ la verità
vorrei nel mio cuore pace e serenità
ma l’odio acceca, sembra cecità
mamma una preghiera recita
il figlio fuori in questa gelida città
qua ogni arma è lecita. (x2)

Figli dell’odio, nell’oblio
non ci proteggono nè santi nè dio
in strada ho solo me, me stesso ed io
in strada ho solo me, me stesso ed io.

Mettiti un anti-proiettili, proteggiti
ne sdraio un paio, carico e sparo
come se avessi una calibro in mano
vorrei dare amore ma è odio se odio ricevi
dicevi
li farei tutti fuori se avessi un grosso MAC-10.
Dal seme del male sbocciati
tratti sfocati, cuori, denti scorciati
notti soli conciati -male-
angosciati in casa, associati in bande
destini incrociati in aule di tribunale
dalle mie parti ti uccidono prima di dubitare.
Soldi imbucati, morti murati
stessi quartieri, nemici giurati
ordini di morte sussurrati, cavalieri su ducati
droghe e surrogati, test di purezza su drogati
elicotteri, luci, sirene
strade assediate, case assegnate
scappa al segnale!
Se c’è un signore lassù sa quello che ho commesso
ma non penso che allo stesso compenso lui non farebbe lo stesso.
Figli dell’odio in quest’oblio
senza credo nè dio
in strada ho solo me, me stesso ed io.

Figli dell’odio (x7)

E’ la verità
vorrei nel mio cuore pace e serenità
ma l’odio acceca sembra cecità
mamma una preghiera recita
il figlio fuori in questa gelida città
qua ogni arma è lecita. (x2)

Loading...