Vivo come fossi l’ultimo
fossi l’ultimo
forse all’ultimo
vivo come l’ultimo
vive ste vite per avere l’ultimo
un ultimo minuto vissuto a non esse l’ultimo
l’ultimo sputo di una vita vissuta a non esse l’ultimo
vissuta ammettendosi
giurando questo è l’ultimo
amando quella stessa troia che scoperà un altro
così troia da giurà che non l’ha fatto
parlo di quel padre che non sa restare affianco, restare affianco
ho imparato da chi n’ha saputo starmi affianco
ho imparato che non ha voluto starmi affianco
tra chi c’era e chi andrà via pe’ scelta
se n’è già andato senza paura e scelta
senza avè una scelta
può questo stronzo avere te mentre ti allontani
sò che cos’è che sto mondo ci tiene lontani

RIT.
So che cos’è
che sto mondo ci tiene lontani come fossi io senza te
e sta ad ascoltare ad aspettare senti
so che cos’è
che sto mondo ci tiene lontani come fossi io senza te
e sta ad ascoltare ad aspettare senti solo

Sento il suono del defibrillatore
attaccato il cuore
ho intaccato il cuore
attacchi di cuore
ho attaccato i dubbi ad un orologio, scritto ognuno il suo
nome sopra le ore fino all’ora sua
fa che ogni secondo sia un ricordo degno di te
e che sia degno, sia degno, di chi sia degno di essere se.
non posso amarti, non è solo mia
potrei crederci, ma credimi, crede’ è follia
questa troia vuole che, che
farmi crede a me, che
farmi crede che
farmi credere che posso crederle
che non desidererà nient’altro
potrei crederle, potrei
ma non so come farlo
l’uomo è debole
l’amore è debole
è un mondo debole
quanto più sei grande più sei debole
può questo stronzo avere te
mentre ti allontani
so che cos’è
che sto mondo ci tiene lontani.

RIT.
So che cos’è
che sto mondo ci tiene lontani come fossi io senza te
e sta ad ascoltare ad aspettare senti
so che cos’è
che sto mondo ci tiene lontani come fossi io senza te
e sta ad ascoltare ad aspettare senti solo