Hyst
E non chiedetemi perchè,ma se Guè e Belen si beccano per un té,
E parlano di Baudelaire,la gente posa la rivista,
Se invece fanno a botte,e c’è di mezzo un po’ di droga,
E son coinvolte due mignotte,la gente ci va in fissa,
La gente vuole contrapposizione tra fazione e fazione,
La gente qualunquista,ma se alimento questo fetish per la rissa,
Cosa ottengo?Un paese senza palle per fottere,ma vai e resta,
Sull’avere un nemico,ci hai fondato una carriera,
Annientiamo l’avversario,sfondiamo la barriera,
Ma come fai se il nemico è il tuo cuore in cancrena?
Se lo stato che ti invade,è la tua stessa bandiera!
C’è chi è stanco di mangiare in bianco,avere il conto in rosso,e stare al verde,
C’è chi è contro,perchè essere contro,vende,
Io sono contro sempre:controtempo,contromossa,controproposta,controcorrente!
Il tuo successo è una bolla,e scoppia se la si tocca,
Il tuo castello di carta,e crolla alla prima scossa,
La gente sogna le stelle,ma sa che la vita costa,
La guardia in antisommossa,attende la prima mossa,
La gente vuole crederti,e stare al posto tuo,
Che possiedi più di ciò che meriti,e che butti i soldi in ecstasy,
La gente muore tutti i giorni in mezzo ai debiti,
Vedimi,basta questo per giustificarmi l’enfasi,
Non mi interessa che ti sei fatto da solo,da zero,
O se fai beneficenza,come vivi davvero,
Perchè quelle parole hanno un peso,quelle immagini un peso,
E lentamente,stanno penetrando il terreno,
A me interessa che mio figlio mangerà,
Il frutto di quel pensiero,e avrà,
In corpo quel veleno,ma per fortuna ho gia pronta la cura,
Una puntura di siero…della verità!

RITORNELLO
Nel 2013 ancora il rap di soldi e puttane,
Vorrei credere ai testi,ma poi guardo chi li dice…
Tutti quei dischi,quei video,quelle rime buttate,
E ora mi tocca sentire,che manco sei felice…
La tua realtà ha le gambe corte come una bugia,
La mia realta si stampa in fronte,poi non va più via,
È un dubbio amletico,ma di concezione,mia,
Essere o non essere, REAL

Musteeno
Mamma m’ha insegnato a dire la verita,ma,
Qualche babbo qua,fa l’Alì Babà,
Capo,becca sto psichedelico quadro,
Nessuno qua in cerca del quarantunesimo ladro,
Mille e una nota non mecciano i miei calzini,
Ben altre le favole che piacciono ai miei bambini,
La fantasia non è uno schermo al plasma,
E il karma sfila sogni dalla tasca della casta per la Casbah,
Enfatizzare non serve,la luce è già accecante,
Per questo non vedi il valore che dà alle facce,
Stanche,ma con la dignità dei versi che scrivono,
In mezzo a tutto ciò mi ci trovi con il sorriso,
Non servono le lenti scure,
Per coprire dagli sguardi le occhiate poco sicure,di sè,
Il mio iride,scrive il nuovo codice hagakure,
In cui non contano chiacchiere,e ora ridete pure di me,
Sono fan di sta roba,devoto,erodo la superficie,scavo a fondo,terremoto,
Teschio tra le mani,che ascolta questi testi,
Vado via con un inchino quando scrivo,Shakespeare!

RITORNELLO
Nel 2013 ancora il rap di soldi e puttane,
Vorrei credere ai testi,ma poi guardo chi li dice…
Tutti quei dischi,quei video,quelle rime buttate,
E ora mi tocca sentire,che manco sei felice…
La tua realtà ha le gambe corte come una bugia,
La mia realta si stampa in fronte,poi non va più via,
È un dubbio amletico,ma di concezione,mia,
Essere o non essere, REAL

Willie Peyote
Qui se non esisti però sai apparire,come la Madonna,
La gente che ha paura ti asseconda,
La verità è donna,chi non ha le palle non l’affronta,
Tu ti senti uno sfigato,quindi è lei che è una stronza?!
Bhe,cosa vuoi che ti risponda?Questione profonda,
Avrei anche voglia di parlarne,ma ora basta,sei in onda,
Quindi avanti,sorridi,dì che anche tu condividi,
Sai quanti arrivano vivi alla vita che invidi?Sogni svaniti,
Non è questione di buoni o cattivi,
È questione di buoni motivi,in quello che scrivi,
Siamo oggettivi,questione di feeling,
Più son grandi gli obbiettivi,più vi renderanno piccoli e meschini,
Non sei uomo se non piangi,nè sei pianto,
Non sei uomo più di tanti,nè più di tanto,
Non sei uomo e non è un vanto,
Se baratti la coerenza per qualcosa che non vale altrettanto,
Questo è quanto.