Originale, Tasters
positive vibrations
soundbway killa
ti portiamo fuori di qui
se vuoi stare con noi

Stokka:
Vado fuori, oggi mi scordo di tutto
ho mille impegni e li scavalco di brutto
chiudo l’agenda e faccio il punto della situazione
segreteria così si sfogano le altre persone
sono fuori dal lavoro, dal caos, dal coro,
chi ci resta, cavoli loro,
riesci a sentirmi io sto bene con le mie passioni
alzo il volume per captarti tra suoni e visioni,
vado fuori dai tuoi toni
persi tra cloni, di giacche e pantaloni
cattivi e buoni, mercoledì da leoni
profumo di mare e limoni, un gioco senza gettoni.
la musica accompagna la mia testa
destinazione vacanze la svolta è a destra,
il sole bussa e non gli aprono la finestra
l’ufficio è pieno e tra di voi chi mi detesta,
ma va’, mi prendo certe libertà,
chi rimarrà capirà che sono un’anima libera,
che cosa fai per questo fine settimana?
fissa una meta lontana.

RIT.
E se domani, spingessimo i pensieri un po’ più in là,
e se domani, non fossimo più noi,
e se domani, vivessimo tra i sogni e la realtà,
questo domani, più liberi da noi.

MadBuddy:
Yes, basta poco, l’atmosfera,
e l’occasione giusta per baciarti questa sera,
a chi non c’era lo diremo che è stato perfetto,
sotto la luna e mille stelle per farci da tetto,
esprimi un desiderio che si avvererà,
non ritornare alla realtà di questa città,
ti porto via da questo tram tram, si salva, chi ha calma,
vivere meglio il mio karma, a mamma
dille pure di stare tranquilla,
e se me sfugge una parola, ti prego, ridilla,
ascolta il mare insieme a me da dentro una conchiglia,
ci siamo persi nel deserto con niente per miglia,
vivo di te, tu di me, di esperienze,
mi guardo indietro e le vedo le differenze,
è stato breve questo fine settimana,
con una meta lontana…

RIT.
E se domani, spingessimo i pensieri un po’ più in là
e se domani, non fossimo più noi,
e se domani, vivessimo tra i sogni e la realtà,
questo domani, più liberi da noi.

Bridge:
Da quanto tempo siamo chiusi in questa gabbia,
noi con la testa nascosta sotto la sabbia,
non voglio stare così, io voglio più di così,
puoi fare più di così, per stare fuori di qui,
da quanto tempo la luce non ci accompagna,
non sorridiamo dell’acqua quando ci bagna,
non voglio stare cosi’, io voglio più di così,
puoi fare più di così…

RIT. (x2)
E se domani, spingessimo i pensieri un po’ più in là
e se domani, non fossimo più noi,
e se domani, vivessimo tra i sogni e la realtà,
questo domani, più liberi da noi.