La mia storia è come quella dello stronzo con la pioggia in casa
con le braccia sull’impianto e con la faccia tagliata
la gente vuole i tasters sulla cover patinata
siamo sul manuale della gioventù bruciata
ho fatto più concerti di ogni mc sul tuo diario
se vuoi posso firmarti pure il sussidiario
la storia è sempre quella, il suono originario
con la merda che si pippa il tuo amico immaginario
io non ho pregiudizi, ho larghe vedute
e non ho desideri, ho stelle cadute
a volte parlo solo col mio angelo custode
fu lui a salvarti il culo quando la casa esplode
chiamami e poi dammi il dovuto, fila
sul mio cache non c’è lo sconto comitiva
volete stokka e buddy su novella 2000
piuttosto cura i tagli con sale e tequila
da oggi scrivo un libro di quei racconti tristi
più tristi delle vite di ‘sti rapper tronisti
d’altronde una visione a 3 e 60 gradi
ho messo tutto a fuoco, uomini e caporali
nella vita o metti pepe o sono cazzi amari
come dare una testata senza togliere gli occhiali
attento che cadi, fanculo gio e sabrina
il microfono è il cucchiaio, la musica è eroina

La mia generazione bomba non regge
il nostro amore non è la vostra legge
non c’è traduzione non c’è niente da perdere
il nostro amore non è la vostra legge
dalla parte della gente che perde
il nostro amore non è la vostra legge
è un asterisco sulla faccia di ‘ste merde

Sono ancora vivo a palermo
centrale come i buchi nel petto
alla base gli do tutto il rispetto
da qui pare una vita che aspetto
mo butta la chiave, gli cambiamo l’aspetto
dietro alla lavagna, al muro
al cesso a fare a gara chi ce l’ha più duro
poi c’è il prete raccomanda sempre il sesso sicuro
fuori dagli anni forti coi siluri nel culo
la scossa 2 e 20, me ne basta una
allontanandomi dai trip, dalla fortuna
gli schiaccio l’occhio se l’industria profuma
la mano sul pacco, il passo della luna
torno sulla traccia radente
decimo in classifica, le pippe, la gente
la pagina si scrive, si svuota
la radio stanno fermi all’episodio pilota
non ho bisogno di complessi alternativi di musica indie
porto la banda spaziale sopra le cinghie
gotaste è un matrimonio utile nei tempi corti
al concerto ti ho lasciato tre allegri ragazzi morti
scanè vuol dire dammi un passaggio, chiaro?
me la scoppoli ancora che vuoi un messaggio chiaro
non c’è un cazzo da ridere, fra resisto
magari avessi il tempo previsto

La mia generazione bomba non regge
il nostro amore non è la vostra legge
non c’è traduzione non c’è niente da perdere
il nostro amore non è la vostra legge
dalla parte della gente che perde
il nostro amore non è la vostra legge
è un asterisco sulla faccia di ‘ste merde