Ogni azione ogni nuova informazione viene inserita in programmazione/ per la formazione della mia opinione/ ricordo ogni premiazione imparo da ogni delusione/ stati di apprensione ma l’affermazione del mio IO rimane la questione/ l’evoluzione è il mettersi in discussione/ la negazione di una vita priva di passione/ yo ogni oggetto nella mia stanza mi riguarda mi parla/ dal cestino straripa carta/ quanta cose andate male da rifare/ è facile gettare è un pò più duro ricominciare/ c’è un pò di casino lo ammeto cioccolata nel cassetto/ vestiti che tanto poi metto con dischi sparsi sul letto/ non è detto che sia fatto/ guarda è un autoritratto/ se sono in buona il tavolo è ordinato/ se è incasinato qualcosa è cambiato e non mi sono ancora adeguato/ vedere un altro al mio posto cosa farebbe mi aiuterebbe/ penso che a tutti piacerebbe.

RITORNELLO
TU QUANDO SEI TRISTE COSA FAI? NON DIRE CHE NON LO SEI MAI / IO SO CHE I GIORNI IN CUI SOLO SEI – E’ CHE VORREI FARMI I FATTI MIEI – / SE LA MIA COSCIENZA AVESSE UNA CHANCE E MI GUIDASSE NEL MIO DI LA’ / SE CONTO I PASSI CHE MUOVERO’ SENZA UN EQUILIBRIO MUOIO.

Conto i pro e i contro di una vita vissuta continuando a cambiare sfondo/ girando il mondo ben sapendo/ di vivere non avendo/ un punto fermo su cui fare perno/ prova a farlo stando in un vortice/ ho dovuto tutte le regole sconvolgere/ per vedere con occhi diversi lo stesso mondo/ combattere in modi diversi lo stesso incontro. SE A MANTENERE UN PO’ D’ORDINE IMPARASSI / SE NON AVESSI PROBLEMI COME QUESTI / SE NON VIVESSI FRA MILLE CONTRASTI / POTREI DARTI CIO’ CHE VORRESTI. La notte passa cancella ogni cosa non lascia traccia/ ci si affaccia su un altra giornataccia/ non ho ben chiaro in mente i miei doveri tu che dovevi/ insegnarmeli dov’eri? non c’eri!/ barcollo/ il meccanismo che hai inventato non ha funzionato ma non mollo/ qualcosa è andato storto/ nel mondo che hai creato chi non è ben inquadrato è un uomo morto, TU COSA FAI?

RITORNELLO
TU QUANDO SEI TRISTE COSA FAI? NON DIRE CHE NON LO SEI MAI / IO SO CHE I GIORNI IN CUI SOLO SEI – E’ CHE VORREI FARMI I FATTI MIEI – / SE LA MIA COSCIENZA AVESSE UNA CHANCE E MI GUIDASSE NEL MIO DI LA’ / SE CONTO I PASSI CHE MUOVERO’ SENZA UN EQUILIBRIO MUOIO.

CI STO SE DEVO COMBATTERE COMBATTO PER PRIMO ATTACCHERO’ / F.NO MA NON DIRE CHE E’ GIA FINITA CHE LA TUA VITA NON TI SFIDA. A volte guardo con nostalgia/ ai bambini che giocano al parco sotto casa mia/ è che se troppo ci rimani più fuori non ne vieni/ è che se non ti tieni al passo coi tempi ci smeni/ sai se la vita è strana sono più strano di lei/ e se è B*tt*n* vivo facendomi i fatti miei/ ma improvvisare per sempre non basterà/ e combattere da soli non fa.

RITORNELLO
TU QUANDO SEI TRISTE COSA FAI? NON DIRE CHE NON LO SEI MAI / IO SO CHE I GIORNI IN CUI SOLO SEI – E’ CHE VORREI FARMI I FATTI MIEI – / SE LA MIA COSCIENZA AVESSE UNA CHANCE E MI GUIDASSE NEL MIO DI LA’ / SE CONTO I PASSI CHE MUOVERO’ SENZA UN EQUILIBRIO MUOIO.