(Primo)
E’ un occhio che mi guarda storto il passato,
che se ne è andato e mi ha tolto già molto.
La linea della vita si accorcia,
mo, devi farmi divertire tu, porcia.
No tempo, io, mi riprendo il microfono,
gli altri ci provano e li stendo.
Per fortuna i giornali lo sanno,
che ho molte più risorse di quello che scriveranno.
E yo,
ho più di un motivo,
uno è che Dio mi accarezza la testa mentre scrivo,
innesco un dispositivo che mette a rasoterra se lo suono dal vivo.
Come no?
Ho dei dubbi, che mangiano con me con la faccia dei lupi,
pussy claz che ne sai,
Posi più dosi di veleno nel tuo cazzo di Hi-fi e lo sai!

Rit. X 2

NON MI VA DI STARE FERMA,
GENTE CHE CAMBIA,
IO CON I PIEDI PER TERRA.
VUOI LA CONFERMA?
GUARDAMI BELLA, CHE DAI MIEI OCCHI NON C’è GUERRA.
E QUANTE BOCCHE HO VISTO MUOVERE,
DAI DIMMI, NON ERI TU A DOVERMI TOGLIERE?
E QUANTA GENTE CHE STRA PARLA,
DAI DIMMI, COM’è CHE SON RIMASTA?

A quanto pare mi ritrovi fuori,
stupidi idiomi in cui lo vedo,
godi!
E’ che ti sembra musica da camera,
pensi di farcela,
ma lei ti scopa prima che tu possa dargliela.
Qui non si scherza, ma la mia radio è zeppa,
di palinsesti che promuovono schifezza.
Se gli ultimi saranno i primi,
figa, com’è che vedo sempre in cima chi non fa la fila.
Lo sento e mi rammarico, un suono senza battito,
vedo stonati sfoggiare il loro contratto discografico.
Vorrei tu mi spiegassi come organizzarsi,
se conta la fatica oppure i passi falsi.
Quante stronzate che promuovi,
ritornelli idioti, in bocche piene e cervelli vuoti.
Medita, ho una domanda gelida, che mi perseguita,
com’è che fa successo chi non se lo merita?

Rit. X 2

NON MI VA DI STARE FERMA,
GENTE CHE CAMBIA,
IO CON I PIEDI PER TERRA.
VUOI LA CONFERMA?
GUARDAMI BELLA, CHE DAI MIEI OCCHI NON C’è GUERRA.
E QUANTE BOCCHE HO VISTO MUOVERE,
DAI DIMMI, NON ERI TU A DOVERMI TOGLIERE?
E QUANTA GENTE CHE STRA PARLA,
DAI DIMMI, COM’è CHE SON RIMASTA?

Sei una vittima in un mercato che ti limita,
parlo di roba intima perchè la tua canzone è frigida.
Non sento sentimento, lo ascolto e perdo tempo,
vergini, sta roba non vi entra dentro.
Ma lo si accetta,
la massa è contenta a stecca,
una canzonetta che cancella i miei 10 anni di gavetta.
Le compilation per il cash,
il fashion black,
il meglio della dance hall,
il trash del rap.
Man, non lo capisco perchè ed è indecente,
la cream che non sa niente è spinta dalle conoscenze.
Mentre, c’è chi come lo fa da sempre, rimane coerente
anche se sa che vende più chi lecca il culo alla gente.
Da me i tuoi artisti perbenisti prendon fischi,
Li ho visti feticisti appesi al posto dei miei crocefissi.
Fissi arrivisti, schifezze in bocca tipo pissing,
e sono abissi tra i miei testi e i loro finti dischi.

Rit. X 2
NON MI VA DI STARE FERMA,
GENTE CHE CAMBIA,
IO CON I PIEDI PER TERRA.
VUOI LA CONFERMA?
GUARDAMI BELLA, CHE DAI MIEI OCCHI NON C’è GUERRA.
E QUANTE BOCCHE HO VISTO MUOVERE,
DAI DIMMI, NON ERI TU A DOVERMI TOGLIERE?
E QUANTA GENTE CHE STRA PARLA,
DAI DIMMI, COM’è CHE SON RIMASTA?