RIT.
Frà mi senti, se io ero te e tu eri me cosa faresti?
Frà, tu mi rispetti, ho troppo bisogno, mi aggrappo a sti sogni,
ma le storie di merda sono tutti i giorni!(x2)

L’Anno scorso la mia vita zio non era esclusiva,
anche se dicono in giro mi facevo una diva,
un po troppo decaduta ma pur sempre una figa,
il fatto è oltre a me c’era passato anche il Milan,
dopo tasse più Iva, sono senza una lira,
e a furia di schiacciare frà ho spezzato la Visa,
il mio amico laureato mi sorpassa in prima,
Il Karma esiste…meglio pensarci prima!
Poi mio padre collassa, la banca ci pressa,
mia madre si scassa, la vedo depressa,
vorrei fare qualcosa ma sono una delusione,
vorrei fare qualcosa ma sono in confusione,
l’industria del disco mi frusta, G. fai la cosa giusta,
la notte in testa ho una locusta, mo scendo dal palco,
lei mi scende dal pacco e resto solo come un cane
con il muso nel talco!

RIT.
Frà mi senti, se io ero te e tu eri me cosa faresti?
Frà, tu mi rispetti, ho troppo bisogno, mi aggrappo a sti sogni,
ma le storie di merda sono tutti i giorni!(x2)

Io ti amavo e ti ho persa, per colpa di tutta quanta sta merda
che ho in testa, una vita diversa non riesco a immaginarla,
non riesco a dorarla no…ho gli occhi a palla e mi manca l’aria.
Non leggo più libri…Vodka e collane sono i miei nuovi amici,
In mezzo ai pasticci, in mano un casino, con tibia e bacino,
vedo tutto negativo come un nero albino…
e poi succede anche il più grosso guaio:
Fràppavo insieme ogni mio singolo sbaglio, vicino all’inferno,
l’infarto al travaglio…Dio mi raccoglie da terra con il cucchiaio…
I miei fratelli ora mi chiedi dove sono…sono in brandelli e tu
Mi chiedi dove suono, una fenice tossica di cenere e ammoniaca…
Cerco solamente un poco d’armonia Frà!

RIT.
Frà mi senti, se io ero te e tu eri me cosa faresti?
Frà, tu mi rispetti, ho troppo bisogno, mi aggrappo a sti sogni,
ma le storie di merda sono tutti i giorni!(x2)