Lascio alle spalle, la mia vita di merda, e il mondo.. uomini senza palle
dici che è una cazzata beh ogni tanto tocca pur farle
la mia vita sta, nel tagliare il tempo per poi dare vita a..
emozioni intangibili, se le tocchi ti bruci le dita, ahh!
i miei amici rapiti, dai progetti futuri contro dei muri
eppure vanno sicuri, forse nessuno li avrà mai capiti
io li detesto, perché li amo troppo
ed esco perché siamo in troppi
resto perché ti amo troppo
poi me ne vado sennò scoppi
fuori di te,

mi guardi e dici: “fuori da che?
sarai solo tra i mostri e fuori da me”
tu non mi conosci, potrei anche distruggere il mondo e creare altri posti, dopo mostrarteli nei giorni nostri, siamo uguali ma opposti
ora che quasi morto, mi ritrovo qui e porto
il mio peso, ti ascolto mi rivedo più vero di colpo
mi risento leggero ed illeso il tuo volto so che è qui davvero, l’ho preso..
più lontani ma vicini
io voglio andarmene tu mi urli contro
impazziamo, omicidi
o mi lasci o mi uccidi.

Come fai a non vedere li fuori quello che c’è..
tutto quello che c’è..
un panorama di stelle..
io, farò parte di quelle
ora che tutti ci guardano
i tuoi occhi sono per me
le mie ambizioni mi salvano..