Di questa Fly non tutti conosceranno il nome, credo giusto i frequentatori delle battle di freestyle tra Roma e Milano, o chi l’ha scoperta durante la prima edizione di MTV Spit. Ne abbiamo sentito parlare tempo fa, quando pur essendo una rappresentante del gentil sesso si sapeva imporre in ogni contest al quale prendeva parte. Poi le prime uscite “singole”, il LoonediFreetape ed i Freestyle del Loonedi. Tra tutto questo, vi segnaliamo anche la sua partecipazione a MTV Spit e qualche apparizione in tv, tra cui anche a The Flow, su Deejay Tv.

Di origini Calabresi, Loop Loona si fa accompagnare dalle produzioni di Turi ed Impro in un disco che ha un suono classico ma fresco. Il noto Rapper, suo conterraneo, è anche un abile produttore, abile nel dare un suono ritmato e deciso, come la rappata dell’artista.

Loop Loona - Senza fine (Recensione)

Etichetta: Antibemusic
Distribuzione: —
Anno: 2014

Proporsi come Mc in un ambiente prevalentemente maschile e maschilista è un impegno grande: una ragazza deve farsi largo tra pregiudizi, pettegolezzi, luoghi comuni, e se vuole emergere deve fare il doppio della fatica ed avere una buona preparazione. Loop Loona si presenta con un lavoro che non punta sulla sua immagine femminile ma su un buon rap, e dimostra di saperlo fare bene. Tecnica quasi del tutto impeccabile, un flow ben strutturato, metriche semplici ed efficaci ma mai banali. Un rap “tradizionale” molto deciso e secco, privo quasi del tutto di componenti melodiche. Un rap che parla poco della difficoltà dell’essere donna in questo ambiente, senza troppe intenzioni femministe o riferimenti al lato sessuale del confronto: loona la mette sullo stile e si presenta con la musica, e ritengo sia una scelta vincente. La ragazza sa rappare, ed anche se in alcuni momenti, anche grazie all’accento, si ha l’impressione di ascoltare l’alter ego femminile di Turi, troviamo momenti seri e ben strutturati e momenti più autocelebrativi e poeticamente meno impegnati.

A far compagnia al microfono a Loop Loona troviamo MartinaMay, che ci regala il ritornello di “Senza fine”, Alice in “AgathaChristie”. A dar man forte a Turi ed Impro nelle produzioni troviamo gli scratch DJ Myke (Iniziazione), Dj Fakser (Venere), e Dj Drugo (Eternità).

Un album completo, ben fatto, soddisfacente sotto molti punti di vista. A sensazione posso dire che trovo questo album, se paragonato alle ultime uscite femminili, di un livello superiore: non nascondiamoci dietro ad un dito, e non neghiamo che dopo l’era della Pina di lavori di qualità fatti da rappresentanti del gentil sesso ne abbiamo sentiti davvero pochi. Questo lo metto tra quei pochi: come qualità nel complesso manca poco al poterla mettere sullo stesso “gradino” dei colleghi maschi.

L’invito è quello di mettere questo album tra i papabili per un acquisto, o almeno per un pre-ascolto: vale la pena dedicargli qualche secondo ed un po’ di attenzione.

Buon ascolto!

Ciroga (twitter: @therealciroga)