Low Low
Io rappresento l’aridità
il genio, il talento, l’abilità
l’inferno è il mio habitat
Deus ex Machina del rap
liricamente parlando sono una divinità
Indovina chi è tornato, MS due lettere impresse
prendo due compresse tutte d’un fiato
Dio m’ha dato l’ispirazione perciò ne sono grato
la tecnica di Leo Messi, l’interpretazione di Di Caprio
l’artista più tormentato questa è la mia storia, ok?
Il ritratto di Dorian Gray, il mio volto deteriorato
Intrappolato dal successo, nemico di me stesso
il nuovo “Me” prende il possesso, Giulio Elia è morto ammazzato
Sono la più grande beffa per chi tiene a me
Disarmato, davanti a un carro armato in piazza Tienanmen
Sono il massacro di (?)
trasmesso in 32 paesi, tradotto in 6 lingue dal CNN
sono il Dio del rap

Rit
Perdona tutti i miei peccati, padre
prima di vedere il sole tramontare
prima che il mio cuore cominci a gelare
noi siamo l’origine del male

Mostro
Io rappresento la salvezza
sono il motivo per cui ancora non ti spari in testa
Il mio rap è una prostituta bellissima, si ama o si disprezza
ha il corpo di una modella e il volto della tristezza
Questa troia sfrutta la paura, di scopa e ti tortura
è il gusto di umiliarvi con l’arte della scrittura
Sono quel mostro che ognuno di voi tiene nascosto ma
come rimorso esisto anche se non mi vuoi
devoto a questa merda come un prete a Gesù Cristo
uno skinhead al nazismo gli ho giurato fedeltà eterna
Le sfide che ho affrontato
il mio dolore come scudo
questi valgono uno sputo
provo odio e sputo (?)
E vieni… Vieni che ti porto nel mio passato
dai fantasmi dell’infanzia e gli scheletri nell’armadio
Il giorno in cui ho incontrato Giulio dove tutto è cominciato
MS siamo tornati solo per bere il sangue versato

Rit x2
Perdona tutti i miei peccati, padre
prima di vedere il sole tramontare
prima che il mio cuore cominci a gelare
noi siamo l’origine del male

Low Low e Mostro
Ah, il sangue macchia il pentagramma
l’obbiettivo che mi tiene vivo, scrivo la tua condanna
innovativo, rap esclusivo, fuori il programma, arrivo
Vengo a scoparmi tua mamma senza preservativo
Prendo due groupie, le porto nel retro di un Van
è tornata la merda più chic
Per voi piccoli fan
piccoli stan, bim bum bam
Sulle Twin Towers io sono Bin Laden
Sono Saddam tu (?)
seguo il beat come un ciccione sul tapis roulant
Schizzo la tua troia come all’acqua fan
Motherfucker run
Corri e non voltarti
Sono un computer di rime mi esplode la ram
sono (?) decimo dan
sono passato dal (?)
fragole e champagne
la scena è una troia, la scopo e le strappo i collant

Amen