Dal 30 maggio 2014 è scaricabile in freedownload dal sito di NewtopiaLa dolce vita“, il nuovo disco di Caneda, uno degli artisti più particolari della scena hip hop italiana. Il disco è composto da 12 tracce, tutte prodotte da Shablo e arrangiate da Marco Zangirolami. Insomma Caneda ha voluto andare sul sicuro, interpellando uno dei migliori producer e il miglior arrangiatore d’Italia.

Aggiungiamoci la sua voce rauca, il suo modo poetico di cantare e il risultato non può non essere soddisfacente. E così è!

Aggiungiamoci che un prodotto simile è pure in freedownload: che cosa si vuole di più dalla vita?

Che cosa ci si aspetta da Caneda?

Da Caneda ci si aspetta un mixtape, invece no! Esordisce per il pubblico di Ax e Fedez non con un comunissimo mixtape, ma con un qualcosa che nel gergo musicale si chiama DISCO!

Caneda La Dolce Vita Recensione

Etichetta: Newtopia
Distribuzione: —
Anno: 2014

Un disco che come sempre un qualcosa di più. Caneda non rappa, non ha il fare da gangster, nemmeno è un rapper melodico. Caneda non parla di strada, non parla di soldi o feste. Caneda compone poesie, ci racconta film, libri: ci aggiunge pezzi, storie della sua vita piene di metafore, giochi di parole e mixa tutto alla perfezione con un suono azzeccatissimo ogni volta per quello che ci vuole dire!

È ci da dimostrazione ancora in queste 12 tracce che questo lavoro lo sa fare: ascolti l’Intro del disco e non si può non stare attenti alle sue parole, a quello che ci vuole dire.

Vi scrivo alcune, secondo me perle, che nell’Intro troverete: “Il cielo è buio perché Dio lo ha spento“, “Ho paura del mio cuore, lo lascio spento“, “Ho paura della vita, la offendo“.

Potevo scrivere il pezzo completo, ed è solo l’Intro: è il preludio di un viaggio tutto suo che coinvolge chiunque.

E mi dispiace che il pubblico pensi che Caneda sia solo quello del “Ragazzo d’oro” Caneda è questo: è quello di “Mickey&Mallory“, “Nuovo Battisti“, “La bugia“, è quello che fa canzoni di una qualità che in molti cd che comprate non trovate, ve le mette gratis, e vi lasciano quel qualcosa che gli altri rapper non vi lasciano.

Insomma: se vi piace Neda, scaricate il disco. Se non vi piace Neda, scaricatelo ugualmente, è un lavoro di altissima qualità che, per chi ama il genere, non lascia insoddisfatto.

Sicuramente, dopo l’ascolto di questo disco, vi cercherete anche gli altri!

Luca Grossi