Ritornello (LUCHE’)
So che mi odierai, che forse rimpiangerò
il cielo su di noi, ma scusa non credo più.
So che mi odierai, che forse rimpiangerò
il cielo su di noi, ma scusa non credo più.
Scusa non credo più

LUCHE’
La fase più dura della fine è proprio accettarla,
e la paura di un nuovo inizio ti mette l’ansia.
Come faccio a stare male per la musica e una donna
quando ho perso una zia e mia cugina ha perso una mamma.
Ci sentivamo vivi respirando morte nell’aria, 
calpestarlo e leggerli la marca della scarpa in faccia.
Volevo capire il mondo, darvi le soluzioni, 
ma l’ego ci ha reso cechi davanti ai nostri errori.
Avevamo il fuoco dentro, ma ci siamo bruciati presto,
i miei amici si lasciano andare, ingrassano ogni riflesso.
Perché devo farla piangere? Per provare che mi ama?
Dov’è quella forza che ci univa e ci riscaldava?
Quanti notti sono stato a un passo dal suicidio
e se la vita è un viaggio, ognuno sa quando fermarsi al bivio
Preferisci un consiglio da peccatore o un professore? 
Purtroppo non prego, ma cerco Dio quando tremo.

Ritornello (LUCHE’)
So che mi odierai, che forse rimpiangerò
il cielo su di noi, ma scusa non credo più.
So che mi odierai, che forse rimpiangerò
il cielo su di noi, ma scusa non credo più.
Scusa non credo più

CORRADO
Credo più in un addio che in un arrivederci,
niente suona così vero, più a una fine che a un inizio,
meno sai cosa c’è dietro. 
Il mio successo, il mio dolore mi ha reso sincero,
un’opportunità frà era tutto ciò che volevo.
E stare al (???) spietati 
tutto ciò che sanno fare e dirci di restare calmi, 
ma frà, se ne fottono di noi, hanno solo paura delle nostre reazioni.
E tra morire e rassegnarmi sceglierò sempre la prima, 
frà, per il semplice fatto che ci tengo alla mia vita,
lenzuola sporche di sogni lavate nell’ammoniaca.
Ho smesso di cercar risposte da quando
ho visto Dio portarsi via mia madre come se nulla fosse,
credimi, ho visto davvero come la vita dopo una morte
ricordo al suo funerale tutti a dirmi di essere forte,
non ho visto e sentito mai più nessuno di loro 
e forse era questo il motivo di tutto quel conforto.
E adesso fotto questo gioco, prima che lui fotta me, 
perché in realtà non gioco, cerco solo qualcosa in cui credere.

Ritornello (LUCHE’)
So che mi odierai, che forse rimpiangerò
il cielo su di noi, ma scusa non credo più.
So che mi odierai, che forse rimpiangerò
il cielo su di noi, ma scusa non credo più.
Scusa non credo più

LUCHE’
Lei mi ha detto che non merito il suo cuore, 
io ho risposto che prometto di cambiare se lei vuole.
Così dolce cammina a testa bassa, non far rumore
in un castello di sabbia, regine in balia delle onde,
persa nella notte, dandosi a sconosciuti,
ti rispetta se sei sgarbato, si gira se gli tendi la mano.
Non conosce ne religione, ne passione,
colpa di suo padre che la abbandonò alle suore
lasciandola sola soltanto con il suo cognome,
questo è il vero motivo per cui non crede nell’amore.
La donna più bella che abbia mai attirato il mio sguardo
è triste perché i miei sentimenti poi sfumeranno.
Gli dissi: “Voglio colmare i tuoi vuoti, ridarti i sogni perduti,
gridare i nostri peccati, filmare gli attimi andati.
Lo so che odi te stessa, ma almeno ti sei difesa.”
Lei mi fermò, mi guardò e disse…

Ritornello (LUCHE’)
So che mi odierai, che forse rimpiangerò
il cielo su di noi, ma scusa non credo più.
So che mi odierai, che forse rimpiangerò
il cielo su di noi, ma scusa non credo più.
Scusa non credo più