Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!

Cos’é volgare? Chi é morale? Chi, o cosa, la domanda deve essere posta, chi ha l’onniscienza per
definire la decenza, chi decide quello che può corrompere una coscienza, in quali casi bisogna
censurare, su quali basi si opera per evitare che arrivi qualcosa all’orecchio della gente, qualcosa
che offende, qualcosa di indecente, cos’é la parolaccia? Cos’é il buongusto? Cosa provoca
l’offesa, e qual’é il linguaggio giusto? No, nessuno può rispondere lo so, nessuno fa le veci dei
principi che io ho. Mi riferisco a quegli sbirri incravattati che mi chiamano scurrile e indignati dal
mio parlare chiaro, dal mio dire le cose come stanno, e che di tutto fanno per zittirci, incapaci di
capirci, il dissenso é risolto, si chiedono ancora cos’é andato storto, difensori col fiato corto di
un perbenismo morto, e comunque inquisitori, a ragione o torto, chiaro, forte e chiaro mi
esprimo, se per me sei stronzo, stronzo ti dico, rifiuta i mezzi termini, combatti chi ti oscura,
grida la tua rabbia, e fotti la censura!!!

Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!

Vivo dove per vendere saponette bisogna mostrare una serie di culi e di tette, dove per soldi
anche la moralità si vende, ed ecco cos’é volgare, cos’é che mi offende, ma per la strada c’è
rabbia, qualcosa si muove, qualcosa di violento, qualcosa di irruento, qualcosa di cui faccio
parte, e di cui fa parte anche il mio modo di parlare, non mi si deve bloccare …con questa
merda di segnale, Art. 31 trasgredire nel dire, Art.31 due parole per agire contro il sistema
d’immagazzinazione di pensiero per distinguere ciò che é occultazione del vero, la censura mi
blocca …per ogni vaffanculo un tappo sulla bocca, si, vengo travisato ignorante, inferiore
considerato, perché spesso ho osato, ma non c’é niente di più immediato, e che a quello che
dico dia più significato, ascolta bene il senso di queste parole, sarò pesante si, ma quando ci
vuole ci vuole, allora fotti chi lo combatte perché ne ha paura …fanculo!! Fotti la censura!!

Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!

Io sono volgare, io sono immorale, sono certamente un individuo da evitare? No, non ne sono
sicuro, anzi di chi lo dice io me ne batto il culo di queste persone che non si possono toccare,
insultare, criticare, contrastare, censurare, perchè al loro parlare han dedicato la vita, e la loro
volgarità é volgarità costituita, fotti chi vuol dire sempre quello che gli viene in mente e se ne
frega di ascoltare la risposta di chi mi sente, noi Art.31 nuovo modo di espressione non possiamo
confinarci in una falsa educazione che ci é imposta, non proposta, messa dove si mette una
supposta, ci impegniamo per divulgare quelle idee nuove che fanno male a chi rifiuta questa
cultura e che procura una dura cura proprio a quella legislatura che decide la fattura dei prodotti
di rottura e che é tutta una montatura per difendere la dittatura degli insegnanti di una cultura
che definiamo spazzatura, e allora fotti quella fasciatura scura, che ti opprime che ti incula,
entra nella linea dura fotti la fottuta censura!!

Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti, fotti, fotti, fotti, fotti. Fotti la censura!!
Fotti la fottuta censura.