Quando imparerò
non mi basta una vita intera
ho la posta e la testa piena
ed ho lo sguardo fisso al telefono
Quando imparerò
non mi basta una vita intera
e i piatti dell’altra sera
non spariranno col tocco magico

Mi guardo allo specchio “ehi ciao come va?” 

proprio ieri avevo detto mai più qua
quando scappo dalla sfortuna come un puma
ed i fantasmi diventano di gomma piuma
linea di connessione, banda larga
casa è una gabbia in strada biciclette e barba
è di moda più lunga che in Arabia
il ladrone che allunga le sue mani al barman non è Barabba
ci resto di sabbia per la rabbia che sale
cioè ci resto di sasso, intendevo tipo statua di sale
mi esprimo male, certe volte spiegarsi è un manicomio
mi manda in panico come pensare al matrimonio
la mia ragazza non apprezzerà il binomio e diventerà un demonio
mi toccherà incatenarmi al termosifone, darle metà patrimonio

Quando imparerò
non mi basta una vita intera
ho la posta e la testa piena
ed ho lo sguardo fisso al telefono
Quando imparerò
non mi basta una vita intera
e i piatti dell’altra sera
non spariranno col tocco magico

E io ci provo a tenere una direzione ma ogni parte di me
vuole avere ragione sono quasi sempre diviso
qualcuno ha detto “senti narciso
dovresti provare a fare l’attore con quel tipo di viso”
io nel ruolo del paladino
che mette tutti al tappeto, Aladino
non basta essere avanti anni luce e perfino in HD mo
per sfidare il buio alla Deemo
in questo mondo di vecchie facce di bronzo
e facce nuove ma con il naso di pongo
tu vuoi davvero sapere dove mi pongo
diciamo altrove che è molto meglio di contro
che è veramente troppo facile
quando inizio a fare sul beat io ipnotizzo
ipotizzo che quando fai tu è un supplizio

ed ogni volta è chiaro che certe cose non posso evitarle più (eeeh!)
più (eeeh!)
perchè ho questo vizio di non patire come fai tu

Quando imparerò
non mi basta una vita intera
ho la posta e la testa piena
ed ho lo sguardo fisso al telefono
Quando imparerò
non mi basta una vita intera
e i piatti dell’altra sera
non spariranno col tocco magico

Quando imparerò
non mi basta una vita intera
ho la posta e la testa piena
ed ho lo sguardo fisso al telefono
Quando imparerò
non mi basta una vita intera
e i piatti dell’altra sera
non spariranno col tocco magico

La gente qua non lo sa
diglielo, sto da un’altra parte
calma calma calma
la gente qua non lo sa
diglielo, man maaaaaan
quando imparerò