Oggi casa nostra sembra una trincea
filo spinato, fucile spianato per darti un’idea
io e te come lune storte che creano la marea
in attesa di rivincite servite da un cameriere in livrea
punto e a capo, qui anche il più lieve fraintendimento velato
è diventato un affare di stato e no, non lascio perdere, tengo tutto segnato
i posacenere pieni e piatti sporchi nel lavabo
il fumo denso fa nuvole e nel silenzio nessuno che
corre il rischio di fare un passo
– anche falso – verso l’altro siamo aquile enigmatiche
e per paura voliamo basso

RIT.

Allora chi è il mostro tra di noi?
Hai voglia di scommetterci, che se mi volto prima o poi ogni lama ti riflette
Chi è al posto che tu vuoi? Io, ma non puoi scommetterci
Se ti volti prima o poi non c’è più nessuno con te

Ogni risposta che mi dai mi disturba
ogni rapporto di comodo è logoro alla lunga
fine del rettilineo faccio una manovra assurda
perchè non saprò mai cosa c’è prima della curva
sì, esatto, devo prenderne atto,
è il momento che ti tratto come una persona adulta
è che a volte mi distraggo e mi chiedo se sei tu
l’amico che mi teneva il posto in fondo al pullman
ma adesso che lo spazio che ci oppone è più di ciò che ci avvicina
è la tomba e non c’è medicina, il silenzio rimbomba devo stare in sordina
la tua ombra sembra prendere un coltello da cucina ma
il fumo denso fa nuvole e nel silenzio nessuno che
corre il rischio di fare un passo – anche falso – verso l’altro
siamo aquile enigamtiche e per paura voliamo basso

RIT.
Allora chi è il mostro tra di noi?
Hai voglia di scommetterci, che se mi volto prima o poi ogni lama ti riflette
Chi è al posto che tu vuoi? Io, ma non puoi scommetterci
Se ti volti prima o poi non c’è più nessuno con te

Risparmiami gli psicodrammi su quanto sei evoluto come uomo, capito “Darwin”?
se niente è eterno come dici tu, quando ne parli,
i mai e i sempre, non dovresti proprio usarli,
in ogni caso tu vai avanti ed io,
sono fiero di me e certe cose tu prova solo a ripeterle
le tue paure camuffate da minaccia se sei un amico vero,
ora vieni a dirmelo in faccia

RIT.
Allora chi è il mostro tra di noi?
Hai voglia di scommetterci, che se mi volto prima o poi ogni lama ti riflette
Chi è al posto che tu vuoi? Io, ma non puoi scommetterci
Se ti volti prima o poi non c’è più nessuno con te