All’inizio questa merda mi faceva anche sentire vivo
felice senza un motivo /
ma come ogni cosa quando la si idealizza,
prima o poi ti anestetizza /
e non sai bene cosa sia, ne quando inizia
come un Bar Mitzavah /
in vita mia ho avuto modo di incontrare e conoscere mille persone
ed è solo una garanzia di delusione /
la gente cambia, chissà come
qua basta poco e si cambia la faccia, Ranma Saotome /

devo pensare a come andare via
ah, trovare un modo per farti di nuovo mia /
beata gioventù, beata l’incoscienza
figli del caso non della provvidenza /
siamo con e siamo senza,
prendiamo fuoco ammanettati all’uscita d’emergenza /

E tu vorresti dare un senso
ma io non so più dare penso /
succede di sentirsi perso,
specie la mattina presto, come adesso /

Ritornello:
E’ buia la città
cammino tra le anime stanche /
sono ancora qua
continuo a sentirmi distante /
in piedi ma
col mondo sulle spalle come Atlante /
in piedi ma
col mondo sulle spalle come Atlante /

E’ buia la città
cammino tra le anime stanche /
sono ancora qua
continuo a sentirmi distante /
in piedi ma
col mondo sulle spalle come Atlante /
in piedi ma
col mondo sulle spalle come Atlante /

Qualcuno ha detto che la vita non ti carica
mai di un peso troppo grande da sopportare /
tutte palle per quanto tu abbia le spalle larghe
capita che non sia proporzionale /
e poi ti scarica le batterie
ci sono anche per l’anima le malattie /
non basteranno le poesie e gli aforismi dei saggi
per sollevarti, 21 grammi sono troppi anche per i giganti /
in un angolo con mezzo fondo di Beluga
mi perdo come nel triangolo delle Bermuda /
la 8 in buca, partita chiusa
abbiamo mille via d’accesso ma una sola via di fuga /
e penso a quando tutto era più leggero,
più del cielo /
ma ad essere sincero
ero io che lo reggevo anche se oggi non mi sembra vero /

E tu vorresti dare un senso
ma io non so più dare penso /
succede di sentirsi perso,
specie la mattina presto, come adesso /

Ritornello:
E’ buia la città
cammino tra le anime stanche /
sono ancora qua
continuo a sentirmi distante /
in piedi ma
col mondo sulle spalle come Atlante /
in piedi ma
col mondo sulle spalle come Atlante /

E’ buia la città
cammino tra le anime stanche /
sono ancora qua
continuo a sentirmi distante /
in piedi ma
col mondo sulle spalle come Atlante /
in piedi ma
col mondo sulle spalle come Atlante /

Ah, mi sento il mondo sulle spalle
come Atlante, come Atlante /
baby ho il mondo sulle spalle
come Atlante, come Atlante /