Bisogna alzarsi e pensare a se stessi,
decidere se stare tra gli infami o gli onesti
qui non importano gli interessi
conta il portafoglio e come ti vesti,
è tutta un’illusione non c’è quello che vedi,
non c’è democrazie, nè politici, nè preti,
nemmeno Dio ha il tempo di considerarci,
nemmeno i nostri padri han la forza di incontrarci.
Meglio vivere sbagliando che morire di speranze,
il mio sogno è sempre più distante
e l’ostacolo è sempre più grande, più t’allontani, più qualcuno piange.
Corro più veloce scappo dai cattivi,
è come nei miei sogni: gli ultimi saranno i primi..

Pensavo di volare ma

era solo un disegno su un foglio di carta,
pensavo di volare ma
era solo un disegno su un foglio di carta.

Spezzano le ali, qui non c’è niente,
non c’è futuro senza un presente,
il mio paese in aula è assente
ma segna sempre le presenze,
questo mese non arrivi ad allacciarti le scarpe,
mille conti da pagare, mancano le carte,
il pagamento non è stato effettuato e i lingotti piovono sull’oro bagnato.
Acqua alla gola, sapone negli occhi,
non ti agitare non tocchi,
i valori sono stati distrutti,
l’ingiustizia è uguale per tutti.

Pensavo di volare ma
era solo un disegno su un foglio di carta,
pensavo di volare ma
era solo un disegno su un foglio di carta.

Tra promesse infrante e illusioni sottili, sono qui che aspetto mentre tu non arrivi.
Tra promesse infrante e illusioni sottili, sono qui che aspetto mentre tu non arrivi.

Pensavo di volare ma…
Pensavo di volare ma
era solo un disegno su un foglio di carta,
pensavo di volare ma
era solo un disegno su un foglio di carta.