Yo Matt mic check metti in on questo Skunky Funk
anche se non si sa in linea chi c’è
controllo qualità
Soul Funk Jazz Rap
but we livin’ in a jungle man
e l’Italia è un paese che è fatto a cazzo man
chiaro che è uno strazio se
mi sbatto metto cash poi non vendo un cazzo man
ridicolo pagare quindici euro per un live di Primo e Torme
ridicolo non supportare almeno un minimo El Micro de Primo e Torme
potrei potenziare la mia produzione
più mi paghi più investo in ogni mia canzone
è adulterio se incasso mai una donazione
ma per beneficenza sempre a disposizione
sottovalutato cassa integrazione
zuppa ai cereali cambio l’alimentazione
non fai cash non hai status symbol non sei manco single
non attiri l’attenzione

e lo scempio è più ampio è in ogni campo
sai di cosa sto parlando non hai scampo
mentre parlo qualcosa sta già cambiando
è coscienza basta un gesto soltanto
il paese inciampa io Lobsang Rampa
l’Italia canta felicità
che sia Pharrel o Albano e Romina
io accendo una mina anche se sto in hotel, oh damn!
Mi stressa l’Italia è sempre la stessa
Alibi, Il Mio Diario, leggende
Perle Rare, in cambio niente
ed ogni laureato ultra-preparato
che non è stato schiavizzato ora è un disadattato
l’Hip Hop è morto, nah!
Ha cambiato lavoro, non ha mai ricevuto supporto

Grazie ai pochi Homebwoyz e Supa B-Gyalz
La crescita è su più livelli
Chi ci sta?!?
This is Skunky Funk

…a casa…in cassa-integrazione…come tanti amici. Tante idee, voglia di fare, capacità e la stessa storia la raccontano i mie coetanei. In teoria dovrei essere in giro a suonare, far star bene la gente, l’album nuovo piace a tutti. E invece mi ritrovo a casa a giocare con le mie macchinette…un po’ di rabbia, tanti pensieri e il sorriso di mio figlio che invece porta solo allegria. Riflessioni su una musica che mi ha cresciuto e a cui sono stati cambiati i connotati per sempre. Generazioni cresciute con la stessa musica che hanno poi preso strade diverse, ma gli ideali che ci univano dove sono finiti? Questo brano vuole scardinare un po’ di pre-concetti di plastica e aprirsi a nuove riflessioni, un po’ più importanti ora che siamo tutti più grandicelli. Il tono è quello scherzoso di sempre, ma la situazione di molti professionisti troppo-preparati-e-perciò-disoccupati è preoccupante. Io rispondo con nuova musica, video privati con Matt, nuova sensibilità e una ricerca pronta a reagire positivamente alle difficoltà, resilienza.
Ho fatto un sacco di date nell’ultimo anno e in tutte le città ho detto che sta a noi dare un segnale, magari attraverso la classifica dei libri, è lo specchio di un paese ancora in preda alla televisione e ricette di cucina. Io preferirei accadesse nella musica, tutti i gruppi musicali ormai sono dati per scontato e il supporto è di poche centinaia di amici, incredibile! Se ai live si pretende di pagare 5 euro per l’ingresso non potremo mai potenziare le nostre produzioni. Questo discorso vale per me ma per anche per ogni artista underground che ritenete valido. Io non mi aspetto un aiuto esterno, vorrei vedere invece un movimento forte e riflessivo. In ogni città sono molti gli artisti di grande spessore e gli anni hanno forgiato dei veri e propri carri-armati. E’ il momento di spiegare ai più giovani perché questa musica è riuscita ad andare al di là delle note e ci ha dato una direzione nella vita. Capire come la musica riporta al cuore delle nostre emozioni e iniziare a vedere i problemi che riguardano tutti come una priorità. Francia, Germania e a salire Olanda, Inghilterra, Norvegia ma anche Australia, Cina sono paesi all’avanguardia, più di quanto immaginiamo. Ognuno di noi può fare leva sulle proprie passioni e dare un boost importante al paese. Lo richiede l’Italia come il pianeta in generale. Se i soldi sono il vostro goal siete nell’era giusta ma ci sono problemi mondiali e nazionali che nascono dal nostro stile di vita, un po’ più importanti del cash…io vorrei condividere con voi grafici, relazioni, informazioni che vanno al di là della musica e pongono questioni importanti su come viviamo e, di conseguenza, dove stiamo andando. Spero ve li godiate con me, sono ricerche che in tutto il mondo stanno facendo e chi ha infos e vuole condividerle è benvenuto.
Spero che questo brano in regalo per festeggiare i 50mila amici su Facebook vi piaccia e sia solo l’ennesimo esempio italiano di un rap non omologato, positivo e futuristico. Siete pronti per una FUNK INVASIONE?!?! …still MOTHERSHIP CONNECTIOOOON!!!!