Che serà serà, forever will be anche dopo, no non lascerò che l’oscurità abbia la mia proprietà, no neanche morto.
Giuro che anche se saremo 10 saremo jedi, il vento limpido che porta il chiaro, la tempesta smette, il sole d’inverno, il mare che si calma, piatto, la nostra nave solca, le onde ci accompagnano alla terra promessa.
Motori spenti, vele alte, pirati, bandiera nera, teschio bianco al centro, sventola orgogliosa, si nota da cieli blu, da alti monti bianchi.
L’impero tenta di offuscarne il raggio, impossibile tenere a bada l’equipaggio; la ciurma prende il largo, la rotta attraverso le intemperie fino a intravedere un cielo terso.

Un cielo terso senza nuvole che fanno ombra, senza aerei che attraversano il silenzio sfonda, senza scie senza polveri, soltanto cielo, guardo in alto ed immagino sia tutto vero.

Un cielo terso senza nuvole che fanno ombra, senza aerei che attraversano il silenzio sfonda, senza scie senza polveri, soltanto cielo, guardo in alto ed immagino sia tutto vero.

Che serà serà, navigheremo finchè la stella polare ci guiderà e vedremo terra.
Ogni mozzo vale quanto un capitano in acque internazionali, non ci servirà denaro. Un percorso alternativo ci conduce a nuovi lembi, paesi senza tempo, stato leggi, senza più capricci di un sovrano, crisi, guerra, luoghi senza eserciti nè gradi e capi.
Patria di pirati senza mappa, forziere, tesoro, bussola puntata verso un altro giorno preoccupandoci soltanto di abbracciare il nostro destino.
L’elevazione, i nostri cuori e i nostri occhi puntano solo verso la prossima costellazione.
E a nessuno farà differenza se avrai vinto o perso quando avrai davanti il cielo terso.

Un cielo terso senza nuvole che fanno ombra, senza aerei che attraversano il silenzio sfonda, senza scie senza polveri, soltanto cielo, guardo in alto ed immagino sia tutto vero.

Un cielo terso senza nuvole che fanno ombra, senza aerei che attraversano il silenzio sfonda, senza scie senza polveri, soltanto cielo, guardo in alto ed immagino sia tutto vero.

Che serà serà, wherever will be noi saremo anche se in cattività, anche quando affonderà, fino all’ultimo sopravvissuto. Finchè avremo fiato, finchè ci sarà pulsazione. Combatteremo per trovare una destinazione, con più motivazione.
Non sarà importante se sarai un paperone o un barbone, andremo nella stessa direzione.
Con la forza della mente riempiremo il vuoto, attraverso la via lattea a nuoto. Disegneremo un’altra dimensione dove adesso vedi ignoto.
Saremo terra, acqua e fuoco, aria, pensiero, capitan futuro salpa per lo spazio il veliero.
Finchè ci saremo persi in qualche pezzo di universo, ci ritroveremo ancora qui davanti a questo cielo terso.

Un cielo terso senza nuvole che fanno ombra, senza aerei che attraversano il silenzio sfonda, senza scie senza polveri, soltanto cielo, guardo in alto ed immagino sia tutto vero.

Un cielo terso senza nuvole che fanno ombra, senza aerei che attraversano il silenzio sfonda, senza scie senza polveri, soltanto cielo, guardo in alto ed immagino sia tutto vero.

(Immagino sia tutto vero ma purtroppo non è così, Inoki man, italian style. Madre terra chiede aiuto.)