Canzone a metà,
come i palazzi, le strade, le scuole pubbliche, lasciate a metà.
Come quando non ti piace il fois gra ne mangi solo metà.
Incompiute, in computer. Canzoni a metà.

La paura di varcare il confine, la paura del punto, fine.
La paura di provare e fallire, la paura di un brutto feedback,
lasci la squadra perché non sarai mai Maradona, non arrivi al traguardo troppi crampi a metà della maratona.
La paura di perdere l’estro, l’ispirazione che manca, la magia che stanca, vallette segate a metà dell’anca.

Per l’entusiasmo mi accendo ma devo ammettere un soffio e mi spengo a metà come la sigaretta di chi vuole smettere.
Ho come la sensazione, ho come la sensazione di essere incompleto, in completo disaccordo col mondo.

E vivo solo a metà. Canz. Vivo solo a metà. Canz.

Come quel disco Come quel disco Come quel disco Come quel disco di Brian Wilson di Brian Wilson di Brian Wilson di Brian Wilson
La sua grandezza: l’incompiutezza.
Non avrebbero dovuto pubblicarlo mai Non avrebbero dovuto pubblicarlo mai Non avrebbero dovuto pubblicare Smile.

I prigionieri i prigionieri i prigionieri I prigionieri
di Michelangelo di Michelangelo di Michelangelo di Michelangelo
Sono prigionieri dei blocchi di marmo
Sono prigionieri dei blocchi di marmo
Davvero prigionieri dei blocchi di marmo
Blocchi d’artista, blocchi di marmo, mi danno: come la sensazione come la sensazione di un disagio che mi riconcilia col mondo.

Che vivo solo a me. Vivo solo a metà. Canz. Vivo solo a metà. Canz.

La fenice di Tezuka, solo a metà.
L’anello di Shazzan, solo a metà.
Il sogno di Dickens, solo a metà.
La scampagnata di Jean Renoir, solo a metà.
Petrolio di Pasolini, solo a metà.
Puccini e la Turandot, solo a metà.
Something’s Got to Give, l’ultimo di film di Marilyn Monroe

Canzone a metà, volano poco come un foglio di carta piegato a metà.
Come i miei anni, gli sbagli, i ripensamenti, le cose fatte a metà.
Avrei vissuto un capolavoro se avessi fatto in tempo a.