Le tue bugie sono vecchie ma mi viene voglia di crederti per quanto le dici bene non è che 
sembri coinvolta però da come parli mi sembra che ne vuoi un po’ alla volta – dove t’appoggi? 

Dov’è che alloggi? – vedi il tipo di ieri diverso da quello d’oggi che poi quando insisti che si fa, si 
fa ma ti offendi se qualcuno non ci sta in verità ti metti in vista anche quando racconti di 
quanto ti senti affarista sarà il caso che dimezzi la lista quanti ne mandi a casa lasci che non si 
capisca ma dove?

Dove fuggi? Dove tu butti? Com’è non sei di qua anche se conosci già tutti – Dove fuggi? Dove 
tu butti? Com’è non sei di qua anche se conosci già tutti!
Io mi conosco, si ma non so, io non so come mi comporterei al tuo posto io mi conosco, si ma 
non so io non so come mi comporterei al tuo posto – dove fuggi? Dove fuggi? Dove ti butti? Si 
cresce un po’ alla volta e un po’ alla volta sviluppi si balla finchè non siamo distrutti, la musica si 
fa anche per pochi i post-it per tutti – è su di me che esperimento e che scommetto, 
scommetto che non fuggi, dove fuggi?Oh oh ma quanti ne bruci Tarducci, cosa cerchi e 
distruggi, dove fuggi?

E’ interessante il modo in cui ripenso collego confondo e ricompongo in un 
secondo – terzo quarto giorno in cui ci si invasa ancora scopo come un quindicenne al buio 
dentro casa – dentro casa si realizza, fuori di casa molta gente mentalmente a me si anestetizza 
anche se poi bisogna uscire, buono, mai una volta che ti comporti da uomo… Io mi conosco, si 
ma non so, io non so come mi comporterei al tuo posto – io mi conosco, si ma non so, io non 
come mi comporterei al tuo posto dove fuggi? Dove fuggi? Come fuggi? Ho fatto un giro in città 
tra i benvenuti la mia città la giro al massimo in venti minuti, come fuggi? Dove fuggi?