COEZ
Ti dico die, che in inglese vuol dire muori/
rendo spesso palese il fatto che sto di fuori/
e il vostro gruppo sparla del mio gruppo/
ma il vostro è un gruppo spalla e ho detto tutto/
e sulla spalla porto il lutto/
mi ricorda di stare a galla quando salta tutto/
e quando crolla la mia stabilità mentale/
su una strumentale verso un’abilità totale/
e non mi serve d’amare, mi serve un amaro/
l’amore è fallimentare, l’amaro /
fa alimentare il pensiero di farla franca/
Fernet Branca e mi ripeto che è tranqua/

Rit.x2 COEZ
Dico che è tranqua e non è tranqua mai/
Dico sta storia passa ma non passa mai/
Ho l’ansia sai, la testa mia non si rilassa mai/
Se c’hai da bere quindi passa dai, dai/

LUCCI
Dice che è tranqua qualsiasi cosa succede/
che basta avere fede, che casca chi non crede/
che resta sempre in piedi chi vede/
il lato positivo dove nessuno lo vede/
qua dice che è tranqua ma non credo che sia tranqua/
quello che me manca non è affetto è protetto in una banca/
e intanto aspetto e resto in panca/
vedo ladri col Ferrari mentre gente onesta arranca/
a me mi piace viaggiare /
ma devo pagare l’affitto sennò mi faccio cacciare/
sento la rabbia che sale la devo placare/
e mi dici che è tranqua zi, beh va cagare/

HUBE
Oh, mi hai salutato e mi hai detto che è tutto apposto/
ma torno a casa e nella testa c’ho un mostro/
mi chiudo in bagno e faccio spazio ai miei pensieri/
e mi ripeto in questo viaggio che forse era meglio ieri/
io sono in piedi in una stanza ed ho/
l’ansia che mi mangia avanza dentro alla mia stanza (oh no)/
ogni mattina prima che mi sveglio/
sogno qualche medicina per sentirmi meglio/
e questo è il clima ed è meglio se andate/
e chi sta in cima lo aspettiamo che cade/
e allora dai dimmi adesso che fate/
non mi dite tutto a posto che vi prendo a testate/

Rit.x2 COEZ
Dico che è tranqua e non è tranqua mai/
Dico sta storia passa ma non passa mai/
Ho l’ansia sai, la testa mia non si rilassa mai/
Se c’hai da bere quindi passa dai, dai/

FRANZ
A gonfie vele, direzione Messico/
vado al massimo, non sto bene, sto benissimo/
in paradiso con le corna e il forcone/
all’inferno sono in lista, firmo nome e cognome/
vado senza direzione finchè arranco /
fuori moda, fuori forma e fuori dal branco/
ricette e firme sottobanco/
nel nome del padre, del figlio e del camice bianco/
fuori e dentro dalla farmacia/
8 anni in terapia, laurea in psycologia/
non me ne vado da qui/
mezzo Lexotan nel drink/
il maestro lo prende così/

NICCO
È tranqua, intanto penso ai trenta e quaranta/
e l’ansia da dentro mi mangia/
finire a dormire su una panca/
o finire a lavorare e morire in banca/
e non passa, io scasso l’impianto/
scarico sul colpo di cassa e non piango/
nuoto nel fango ma non so mica Rambo/
qua io resto de carne in un mondo de plastica/
abituati dalla nascita che la normalità/
non è dasse ma dasse da fa, qua la serenità è rara/
io me la godo adesso perchè è n’attimo e finisce in una bara/

Rit.x4 COEZ
Dico che è tranqua e non è tranqua mai/
Dico sta storia passa ma non passa mai/
Ho l’ansia sai, la testa mia non si rilassa mai/
Se c’hai da bere quindi passa dai, dai/