SERCHO
qua mi dicono..
Sercho, dove vai? quando? come mai?
ma smettila, dacci un taglio
dammi i bigliettoni e scompaio
vorrei vedervi appesi a un filo
voi che parlare per sentito
sono senza il respiro
perchè ho preferito ferire e non essere ferito
come mi senti adesso?
è sparito chi diceva ‘a presto!’
resta il mio nome, il rap, il flow
e il flop di chi almeno credeva in questo 
qua fanno video in certi modi
che se eri mio figlio, pane e chiodi!
te cosa vuoi? che non è chiaro
è tutto scuro come il cielo che vediamo
sono pazzo, hai detto bene
faccio quello che conviene
everyday smoke weed! te chi sei?
i tuoi interessi, ma dimmi quali?
sto fra i depressi occasionali
coi giorni repressi e cazzi vari
non sai stare zitto? meglio se impari
nuoto nell’alcool, urlo big up
chekko il mic, hey bella Briga!
per ogni rima che scrivo
che mi da la voglia di avere una vita
ogni ora che passa l’ansia non mi passa se non l’accendo
rido e piango allo stesso tempo
è colpa del rap che sto facendo

RIT.
dimmi tu chi sei, e ora cosa vuoi?
sai, sai, ho qualche problema più serio, serio
che cos’è? rap, rap, che cos’è? senior
inizio a preoccuparmi sul serio
non ricordo più chi sei, non l’ho mai saputo
non c’entra niente il fumo, mi sento male da un po’
non cercarmi, io non t’aiuto, fanculo, è il mio saluto
la mia ragione scompare, sto per scoppiare tra un po’

BRIGA
yo, pensa te
guarda come me la cavo senza te
ed ho la testa impestata da termiti
e mi dicevo no! nothing’s 4 eternity
e menomale che c’avevo presto
ci stavo male, se! da vero leso
ma già mi sento arrivato
e il bacio più bello è stato quello che non t’ho dato
eppure sono ancora qui, resisto
con te mi butterei da ponte Sisto
visto? io sto avanti, cristo
mica come voi che siete “Avanti Cristo”
sono malato e sento voci fisso (Briiiga)
ed ho pure levato il crocifisso
ti schiaccerò come le noci
disso il tuo cd soul, musica da froci, cristo!
e non ne posso più dei colloqui
faccio colazione alle 6 con l’oki
voi siete pochi, e senza righe
andate in bianco persino con Belen Rodriguez
non sono scemo e le pretendo fighe
come tua moglie che venendo ride!
io me le sparo tutte in -endo, ripe-tendo-ripe
già sto divenendo leader
è questa musica che m’imprigiona
e la mia testa fuma e non ragiona
ti metto in mora come Lele (cicciona!)
impara a succhiarlo da un tizio con la “Corona”
non mi chiedere l’armistizio (che non mi dona)
ti chiudo al bagno di servizio di un McDonald
non sono schiavo del tuo vizio
e nel precipizio, ci cado pure senza il vizio di Maradona!

RIT.