La la la la la la la la la la la 
la la la la la la la la la la 
…dormi bambino che il lupo si avvicina… 
la la la la la la la la la la 
a quest’ ora avrei 4anni 
e sarei all asilo con tutti i miei compagni 
e invece mi hanno preso 
e portato via da mamma 
togliendomi la vita in aperta campagna 
ricordo ancora il suono dei passi 
il rumore delle foglie, le scarpe sui sassi 
l’odore degli estranei, dei guanti, il cappotto 
l’ ultima cosa che ricordo è che piangevo troppo 
e poi la grande luce la puzza era sparita 
il mio corpo sepolto lungo il fiume senza vita 
nessuno mi ha salvato, nessuno che si accorto 
soltanto dopo un mese hanno scoperto che ero morto 
papà cosa aspettavi perchè non mi hai soccorso 
legato in quella sedia non ti sei neanche mosso 
qualunque sia il motivo non capisco, nn posso 
e adesso qualcuno gira col mio sangue addosso 

Ritornello:
qui non c’è magia potevi essere tu 
domani tocca a un altro non guardi la tv 
racconto solo fatti di cronaca quella dura 
quella che fa brutto quella che fa paura 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 

ho fatto un sogno, tommy che piangeva 
in salotto e sul muro c’era il sangue che scendeva 
mi chiede cosa ho fatto di tanto cattivo 
non assomiglio più a quella foto in cui sorrido 
mi sveglio sul divano 
ho il telecomando in mano 
la tv davanti a me con tommaso in primo piano 
stringo la spina e stacco il cavo dalla presa 
ma qualunque cosa faccio la tv rimane accesa 
il volume non si abbassa aumenta di continuo 
parla un giornalista sotto con la mamma del bambino 
sollevo la tv e la scaglio fuori dal terrazzo 
ma colpisco un ragazzino sulla testa e lo ammazzo 

Ritornello:
qui non c’è magia potevi essere tu 
domani tocca a un altro non guardi la tv 
racconto solo fatti di cronaca quella dura 
quella che fa brutto quella che fa paura 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 

qui non c’è magia potevi essere tu 
domani tocca a un altro non guardi la tv 
racconto solo fatti di cronaca quella dura 
quella che fa brutto quella che fa paura 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 

esco di casa e penso di essere tommaso 
e scrivo su ogni muro “non si muore per caso” 
poi entro in casa vostra che sia notte o che sia giorno 
e capirò quanti di voi nei computer hanno film porno 
e se è vero che li avete 
scriverò anche i vostri nomi 
sui fogli i giornali sui muri delle strade 
sui ponti sui pali ovunque l’ occhio mano cade 
cosi vi accuseranno come ho fatto con mio padre 

Ritornello:
qui non c’è magia potevi essere tu 
domani tocca a un altro non guardi la tv 
racconto solo fatti di cronaca quella dura 
quella che fa brutto quella che fa paura 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 

qui non c’è magia potevi essere tu 
domani tocca a un altro non guardi la tv 
racconto solo fatti di cronaca quella dura 
quella che fa brutto quella che fa paura 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti 
ma quante volte avrei voluto parlarti..parlarti 
ma quante volte avrei voluto salvarti..salvarti