Rit:
C’ho un vuoto dentro e non so cos’è…
Lo spazio e il tempo si fermano…
Perso in dilemmi, domande e perchè.. Cercandomi in ogni angolo! 
Questa ferita brucierà come candele d’incenso ma l’essenza diffonde tutto intorno a te..
Tutto sbagliato allora cerchi te stesso alla deriva in questo mare di lacrime!

Dinamite:
Non ho voglia di alzarmi, sposto le tende è già tardi
Cielo grigio, estate, sotto le coperte tu dormi..
Bolle il caffè mentre mi rado e già ne sento l’odore
Un clacson suona, mi taglio e già mi cambia l’umore.
Questa città sembra una trappola… Ti mangia l’anima
Ansia insegue le lanciette 
pressa in metro troppa gente 
vittima della corrente 
tutto sembra troppo urgente
chiudo gli occhi e sono ancora sotto le coperte…

Rit:
C’ho un vuoto dentro e non so cos’è…
Lo spazio e il tempo si fermano…
Perso in dilemmi, domande e perchè.. Cercandomi in ogni angolo! 
Questa ferita brucierà come candele d’incenso ma l’essenza diffonde tutto intorno a te..
Tutto sbagliato allora cerchi te stesso alla deriva in questo mare di lacrime!

Dinamite:
Un’occhiata al giornale… Sei già al lavoro.
L’ultimo tiro di Marlboro… Di nuovo solo.
Ma quel pensiero felice ti manda in alto
Più in alto, al di là della tristezza e questo cielo bianco.
Che se potessi lo faresti più blu
un paradiso tropicale, un’iglù
Alaska, Perù
Sei la pepita più preziosa, Bijou!
da sempre insieme esisto solo perchè esisti tu!

Rit:
C’ho un vuoto dentro e non so cos’è…
Lo spazio e il tempo si fermano…
Perso in dilemmi, domande e perchè.. Cercandomi in ogni angolo! 
Questa ferita brucierà come candele d’incenso ma l’essenza diffonde tutto intorno a te..
Tutto sbagliato allora cerchi te stesso alla deriva in questo mare di lacrime!

Dinamite:
Piovono goccie di malinconia… S’è fatta sera.
Evaso da quella galera… Cambia astmosfera.
leggerezza insostenibile… Milan Kundera.
Un legame imprescindibile…. Catena!
Non c’è lotta ne dolore…
lotta nel dolore
battito accellera il flusso, blocca la circolazione.
Non c’è legame o connessione, peccato redenzione..
Torno da te… La mia parte migliore.

Rit:
C’ho un vuoto dentro e non so cos’è…
Lo spazio e il tempo si fermano…
Perso in dilemmi, domande e perchè.. Cercandomi in ogni angolo! 
Questa ferita brucierà come candele d’incenso ma l’essenza diffonde tutto intorno a te..
Tutto sbagliato allora cerchi te stesso alla deriva in questo mare di lacrime!