Nato nell’86 forse sono proprio nato
Qui per fare tutto ciò, certo nel posto sbagliato
Fuori dall’86 dalla pancia di mia madre
Tu al micro sei Cassius Clay
Play, ma chi cazzo sei?
Fuori come quando mi hanno scambiato per qualcun altro
La divisa da potere, si ma tu ne stai abusando
È tutto sotto sopra a casa mia ora manca solo il fango
C’è un cane che fiuta un altro cane che mi sta spogliando
Fanculo ai tuoi pregiudizi, godi se mi terrorizzi
Fuori come i terroristi
Tu non parli, ridi quindi fanculo ai tuoi sospetti
Chi minacci? Chi sospetti?
Si fanculo ai tuoi giochetti
Qui non parli e brindi
È giusto per nutrire l’odio che abbiamo tutti all’inferno
Vi indico dov’è il demonio, andate tutti all’inferno
Andate tutti all’inferno, vi indico dov’è il demonio
Andate tutti all’inferno, andate tutti all’inferno

Ritornello:
Fuori non è come vedi
Non sono come tu credi
E vado fuori di me, fuori c’è gente davvero fuori
E non è come me
Man sembra che sei troppo fuori
Non è che vuoi farmi fuori?
Fuori, fuori, fuori
Vuoi farmi fuori?
Fuori, fuori, fuori
Vuoi farmi fuori?

Rimango preso da tutta ‘sta messa in scena
Ma qui si esagera chi avete preso dai
Visibilmente preso male resto qua
Mi chiedo come mai con 30 grammi d’erba in questo posto
Un tipo è il nuovo Escobar
In casa solo personal
Come la mia musica, personale
Non parlo nemmeno sotto Pentothal
Resto tale
In cerca di uno spazio e di un mezzo assestante
Con la testa sulle spalle e il cazzo in messo alle gambe
E fanculo ai tuoi pregiudizi
Questo mi fa la morale, magari c’ha i peggio vizi
Facce da schizzati comandati, si li memorizzi
Occhi dilatati, voci grosse, animali agitati
Come non ti innervosisci dai
Hai visto questi tizi? Sono qui per esibirsi
Sento solo 100 voci che non vogliono zittirsi
Ma coprirsi l’una con l’altra col piercing
E la differenza è come sacrificarsi ed offrirsi
In vicinato ha pensato in modo poco affilato che
O sono un poco di buono, o sono un cane affiliato
Altro che danni morali
Dovrei solo chiedere che t’aspettavi di trovare oltre 30 grammi totali
Aimè, faccio rap, non ho clienti
Qualcuno che supporta e sono un bravo ragazzo
Ma mica 3 in condotta
La mia vita non è più sporca della vostra
Questo è certo scusate lo sfogo, andate tutti all’inferno

Ritornello:
Fuori non è come vedi
Non sono come tu credi
E vado fuori di me, fuori c’è gente davvero fuori
E non è come me
Man sembra che sei troppo fuori
Non è che vuoi farmi fuori?
Fuori, fuori, fuori
Vuoi farmi fuori?
Fuori, fuori, fuori
Vuoi farmi fuori?

Solitamente
Rollando marijuana come se ci elevasse, spiritualmente
Conversiamo mentre va via la gente
Convinti di farlo chiaramente
Chi ha la mente lucida
A fine party, un martire, deve scaldarsi
Fuori è freddo come l’Antartide
Che quando ci hanno suggerito di amarci e armarci
Non sanno se è più facile abbracciarci o ammazzarci
Stai calmo non pensarci, aspira questa qui
Parla di quello che vuoi che tanto resta qui
Lo seppelliamo insieme alle speranze, pensaci
Dici la vita è una puttana senza sex appeal
Alla ricerca d’ecstasy
Tra taglie di modestia
Si sovrappongono alle taglie sulla testa di chi
Vuole andarsene in fretta da qui
E sparire senza addio
Aspiro forte, aspiro verso un cielo senza addio

Mi guardo intorno e non è più notte
La temperatura è minima, si gela camminando sfrego le mie mani più volte
Voglio solo chiudere i miei occhi dopo l’ultima cima di indoor
Più forte, più forte
Più forte, più forte
Quasi dell’istinto
Mi guardo intorno e non è più notte
La temperatura è minima, si gela camminando sfrego le mie mani più volte
Voglio solo chiudere i miei occhi dopo l’ultima cima di indoor
Più forte, più forte
Più forte, più forte

Quasi dell’istinto

– Testo trascritto da Luca Grossi